Afghanistan: la squadra di calcio femminile scappa in Pakistan per sfuggire al controllo talebano

Lo ha annunciato il ministro dell’Informazione pachistano, Fawad Chaudhry

AFGHANISTAN femminile nazionale

La squadra di calcio femminile giovanile dell’Afghanistan è giunta in Pakistan tramite il valico di frontiera di Torkham. Lo ha annunciato il ministro dell’Informazione pachistano, Fawad Chaudhry, sul suo profilo Twitter. Le calciatrici, ha precisato il ministro, “erano in possesso del passaporto afgano e di un visto per entrare in Pakistan”. Il governo di Islamabad ha emesso visti umanitari d’emergenza a beneficio delle atlete e dei loro familiari, secondo quanto riferito dal quotidiano “Dawn”. In un primo momento le calciatrici avrebbero dovuto recarsi in Qatar, dove parte dei rifugiati afgani sono stati ospitati dalle strutture create in vista del mondiale di calcio 2022. Tuttavia, gli atleti sono rimasti bloccati in Afghanistan, a causa dell’attentato avvenuto nell’aeroporto a Kabul il 26 agosto scorso. La gran parte delle atlete della nazionale di calcio afgana era partita per l’Australia alla fine di agosto, in seguito a un accordo con il governo di Canberra. Tuttavia, la nazionale femminile giovanile era rimasta bloccata in Afghanistan per la mancanza dei documenti necessari.



Il trasferimento delle 32 calciatrici e dei loro familiari, in totale 115 persone, in Pakistan è stato coordinato dalla Ong britannica Football for peace, in collaborazione con il governo e con la Federazione calcistica pachistana Ashfaq Hussain Shah, non riconosciuta dalla Fifa. Dopo la presa di Kabul da parte dei talebani, è iniziato un vero e proprio esodo dal Paese. L’ultima volta che i talebani hanno governato l’Afghanistan era stato vietato alle donne di andare a scuola, di lavorare e di praticare sport. In precedenza, il vice capo della commissione culturale dei talebani, Ahmadullah Wasiq, ha affermato che le donne adesso non potranno fare sport: “Sarebbero troppo visibili e questo va contro il codice d’abbigliamento dell’Islam. Anche se questo provoca contestazioni, noi talebani non abbandoniamo i nostri valori”, ha detto all’emittente australiana “Sbs”. Inoltre, secondo quanto dichiarato dal rappresentante dei talebani, alle afgane sarà consentito uscire di casa solo per soddisfare i “bisogni” essenziali, come “fare la spesa”, ma lo sport non rientra tra questi.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram