Afghanistan: leader Fronte resistenza nazionale Massoud si dice pronto al dialogo coi talebani

La strategica regione nella parte nordoccidentale del Paese è stata teatro di intensi scontri negli ultimi giorni

afghanistan 2

Il leader del Fronte di resistenza nazionale (Nrf) dell’Afghanistan Ahmad Massoud, che per settimane ha contrastato l’offensiva dei talebani nella valle del Panjshir a nord di Kabul, ha annunciato oggi di aver accolto le proposte di negoziato con i talebani estese da vari leader religiosi e di porre fine ai combattimenti. In un messaggio sulla sua pagina Facebook, Massoud ha affermato che il Fronte di resistenza, in linea di principio, “accetta di risolvere i problemi attuali e porre fine immediatamente ai combattimenti e continuare i negoziati”. Per raggiungere una pace duratura, il Fronte di resistenza “è pronto a porre fine ai combattimenti a condizione che i talebani cessino anche i loro attacchi e movimenti militari sulla valle del Panjshir e Andarab”, ha puntualizzato Massoud facendo riferimento a un distretto nella vicina provincia di Baghlan. “Si potrebbe quindi tenere un grande raduno di tutte le parti con il consiglio degli ulema e dei leader religiosi”, ha affermato. In precedenza, i media afgani hanno riferito che diversi leader religiosi avevano invitato i talebani ad accettare un accordo negoziato per porre fine ai combattimenti nel Panjshir. Massoud, che guida una forza composta da resti dell’esercito regolare afgano, unità delle forze speciali e combattenti della milizia locale, aveva già chiesto un accordo negoziato con i talebani circa una settimana fa, prima del lancio dell’offensiva da parte del gruppo estremista.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram