Afghanistan, Trump: “Intervento Usa se i talebani non restituiscono gli asset militari”

Lo ha dichiarato in una nota l’ex presidente degli Stati Uniti

trump

Gli Stati Uniti dovrebbero rispondere con “una forza militare inequivocabile” se i talebani si rifiutano di restituire i miliardi di dollari di equipaggiamento militare lasciato in Afghanistan, o per lo meno “bombardare a tappeto” quei sistemi. Lo ha dichiarato in una nota l’ex presidente Donald Trump, secondo cui “mai nella storia un ritiro dalla guerra è stato gestito in maniera così pessima o incompetente” come il ritiro dall’Afghanistan da parte dell’amministrazione del presidente Joe Biden. “Oltre alle cose ovvie, bisognerebbe chiedere che TUTTO L’EQUIPAGGIAMENTO venga immediatamente restituito agli Stati Uniti, ovvero ogni penny degli 85 miliardi di dollari di costi” sostenuti dalle forze Usa per armare l’esercito afgano.



Se questo non dovesse accadere, afferma Trump, “bisognerebbe usare una forza militare inequivocabile” oppure “bombardare a tappeto”. “Nessuno ha mai pensato che fosse possibile un ritiro di una tale stupidità!”, ha aggiunto l’ex capo della Casa Bianca. Il riferimento di Trump è ai miliardi di dollari di armi statunitensi – tra cui fucili, mezzi e aerei – finiti nelle mani dei talebani dopo la presa di Kabul da parte di questi ultimi. In teoria i mezzi più sofisticati come gli aerei non potrebbero essere utilizzati dai talebani senza adeguata formazione, ma potrebbero comunque essere sfruttati come strumenti di propaganda. Secondo le stime della stampa Usa, al 30 giugno le forze afgane avevano a disposizione 211 aerei militari forniti dagli Usa. Almeno 46 tra questi sono stati però portati in Uzbekistan dalle truppe afgane in fuga dall’offensiva dei talebani.

 



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram