Algeria: elezioni municipali, affluenza al 35,97 per cento dopo la chiusura dei seggi

Lo ha confermato il presidente dell'Autorità elettorale nazionale indipendente (Anie), Mohamed Charfi

L’affluenza per le elezioni amministrative anticipate tenute ieri in Algeria ha raggiunto il 35,97 per cento per le municipali e il 34,39 per cento per le regionali alla chiusura dei seggi alle ore 20. Lo ha confermato il presidente dell’Autorità elettorale nazionale indipendente (Anie), Mohamed Charfi, nel corso di una conferenza stampa. Il numero dei votanti per le Assemblee del popolo comunali (Apc, gli organi delle municipalità) è stato pari a 8.517.919 persone, mentre 8.145.226 elettori hanno votato per scegliere i loro rappresentanti nelle Assemblee del popolo wilaya (Apw, gli organismi delle regioni). Charfi ha chiarito che i dati sulla partecipazione sono provvisori, in attesa dell’esame di tutte le statistiche e dei ricorsi che verranno presentati. Più di un milione di supervisori (1.228.580) sono strati mobilitati per regolare il voto in 61.696 seggi municipali e 13.326 seggi regionali, alla presenza di 182.981 osservatori delegati dai circa quaranta partiti politici in lizza per le amministrative.



Il presidente algerino, Abdelmadjid Tebboune, aveva auspicato un’affluenza “onorevole” alle elezioni amministrative anticipate. Il dato, per ora, è superiore all’affluenza alle elezioni legislative anticipate dello scorso giugno, quando la partecipazione si era fermata al 22,99 per cento. Parlando alla stampa nazionale venerdì sera, Tebboune, aveva indicato che “il popolo chiede il cambiamento attraverso le elezioni”, aggiungendo che gli algerini sono chiamati a “esprimere la loro opinione e a scegliere i più adatti per la gestione degli affari locali”. La fase post-elettorale, secondo il presidente, vedrà numerose riforme riguardanti la ricostruzione delle basi sociali ed economiche dello Stato. Il capo dello Stato aveva inoltre annunciato l’apertura, all’inizio del 2022, di una conferenza per la revisione dei codici comunali e regionali, al fine di conferire maggiori prerogative agli eletti locali e fornire loro strumenti che consentano loro di onorare i propri impegni elettorali.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS