Amendola: “Napoli è più sola senza lo sguardo di Tullio Pironti”

Così il sottosegretario agli Affari europei esprime il suo cordoglio per la scomparsa dell’editore napoletano

Tullio Pironti

Napoli perde un intellettuale intuitivo e coraggioso: Tullio Pironti l’editore-pugile è mancato ieri a 84 anni, ma ci lascia un’eredità luminosa fatta dei suoi ricordi e della libreria-fucina in piazza Dante. Così il sottosegretario agli Affari europei Enzo Amendola esprime il suo cordoglio per la scomparsa dell’editore napoletano Tullio Pironti. “Grazie a lui furono conosciuti per la prima volta in Italia autori diventati di culto, come Bret Easton Ellis, Don De Lillo e Raymond Carver. E per merito suo fu pubblicato ‘Il Camorrista’ di Giuseppe Marrazzo, cui si ispirò Tornatore. Il mondo della cultura oggi è più povero. E Napoli e l’Italia sono più sole senza il suo sguardo”, ha detto Amendola.



 

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS