Barbados: Mason giura come presidente, l’isola diventa la più giovane repubblica al mondo

Ha così ufficialmente rimosso la regina Elisabetta II come capo di Stato ufficiale

mason barbados

Barbados diventa la più giovane repubblica al mondo dopo che, con una cerimonia ufficiale svoltasi nella capitale Bridgetown, ha ufficialmente rimosso la regina britannica Elisabetta II come suo capo di Stato ufficiale. La nuova presidente, Sandra Mason, ha prestato ufficialmente giuramento durante un evento svoltosi alla mezzanotte ora locale (le 5 in Italia) in coincidenza con il 55mo anniversario dell’indipendenza. All’evento hanno presenziato il principe di Galles Carlo e la nota cantante barbadiana Rihanna. In un intervento tenutosi durante la cerimonia, Carlo ha riconosciuto la “terribile atrocità della schiavitù” subita dall’isola caraibica. Parlando come ospite d’onore all’evento, il principe ha ribadito i legami continui tra le due nazioni nonostante il cambiamento dello status costituzionale e ha descritto questo momento come un nuovo inizio prima di essere insignito del prestigioso Ordine della libertà di Barbados dalla nuova presidente. La regina Elisabetta ha inviato al Paese i suoi “più calorosi auguri” di “felicità, pace e prosperità in futuro” e ha affermato che la nazione occupa un “posto speciale” nel suo cuore.



Per simboleggiare il cambio ufficiale dello status dell’isola, inoltre, è stato fatto un saluto finale alla monarchia britannica e la bandiera del Royal Standard è stata ammainata e sostituita. Sandra Mason, 72 anni, governatrice generale dell’isola dal 2018, è stata nominata presidente eletta della nazione a seguito di un voto avvenuto in Parlamento il mese scorso e ora sostituirà la regina. “La nave della Repubblica di Barbados è salpata per il suo viaggio inaugurale. Possa superare tutte le tempeste e condurre il nostro Paese e i cittadini in sicurezza verso gli orizzonti e le coste che ci stanno davanti”, ha detto Mason dopo aver prestato giuramento. Barbados ha annunciato il suo piano per diventare una Repubblica l’anno scorso, aggiungendo tuttavia che rimarrà all’interno del Commonwealth.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram