Boccia (Pd): “Manovra espansiva, migliorarla con risorse a chi ne ha bisogno”

L'intervista di "Agenzia Nova" al deputato del Pd ed ex ministro degli Affari regionali

La manovra è espansiva, ma “può essere migliorata, concentrando più risorse per chi ne ha bisogno”. Lo ha detto ad “Agenzia Nova” il deputato del Pd ed ex ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia. “Voglio dire soprattutto alla Lega e alla destra che la nostra la funzione dovrebbe essere quella di dare di più a chi ha di meno, soprattutto in questa stagione, in cui disuguaglianze si sono acuite”, ha proseguito. All’interno di questa logica, “ci sono emendamenti che saranno discussi nei prossimi giorni, che vanno nella direzione del sostegno ai ceti più deboli e della sterilizzazione delle bollette, affinché le famiglie più bisognose non debbano pagare quegli aumenti”, ha spiegato Boccia. Per questo, “il Pd insisterà nel dibattito per stanziare più risorse di quanto fatto finora, dato che i 300 milioni ulteriori stanziati oltre i due miliardi non sono secondo noi sufficienti”. In sintesi, dunque, “bene la disponibilità del governo, ma sarà più alta la nostra soddisfazione se riusciremo a dare più risorse ai ceti più bisognosi, dato che il Parlamento può migliorare un provvedimento fino all’ultimo”. “L’esultanza della destra per aver evitato che i più ricchi pagassero qualcosina in favore dei più deboli mi pare fuori tempo”, ha proseguito, ma “noi continueremo a lavorare, sapendo che quando si ha la destra dentro la maggioranza, soprattutto la Lega, diventa inevitabile fare una mediazione”, ha chiarito. Il Pd “rivendica comunque gli interventi per la scuola, per la salute e per le imprese”, per proseguire nel 2022 la ripresa che è iniziata. “Per la destra esistono solo i più ricchi. Il Partito democratico chiede invece più risorse per i ceti più deboli” ha concluso.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram