Brexit: licenze di pesca, la Francia applicherà misure di ritorsione contro il Regno Unito

Il portavoce Attal: "Parigi non permetterà a Londra di asciugarsi i piedi sugli accordi"

pescatori

La Francia si prepara ad applicare una serie di misure di ritorsione nei confronti del Regno Unito nell’ambito del contenzioso sulle licenze per la pesca che le autorità britanniche devono rilasciare ai pescatori francesi dopo la Brexit. Lo ha affermato il portavoce del governo francese, Gabriel Attal, dopo il Consiglio dei ministri. Dal 2 novembre verranno effettuati “dei controlli doganali e sanitari sistematici sui prodotti sbarcati in Francia e il divieto di sbarco dei prodotti del mare”, ha detto Attal. Il portavoce ha aggiunto che a queste misura si aggiungeranno una serie di misure “a livello energetico”, riguardanti la fornitura di elettricità alle isole di Jersey e Guernesey. “La nostra pazienza ha dei limiti”, ha detto il portavoce, spiegando che Parigi non permetterà a Londra di “asciugarsi i piedi sugli accordi della Brexit”.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS