Campidoglio: proseguono gli incontri di Gualtieri per la giunta

Dal giorno dell'insediamento ufficiale, il 21 ottobre scorso, il sindaco ha venti giorni di tempo per presentare la squadra

gualtieri centrosinistra roma

Proseguono gli incontri del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, che sta lavorando alla composizione della giunta capitolina, la cui presentazione potrebbe avvenire nel corso della prossima settimana. Dal giorno dell’insediamento ufficiale, il 21 ottobre scorso, il sindaco ha venti giorni di tempo per presentare la squadra ma ha già spiegato: “Vogliamo fare prima, questi sono i tempi massimi che la legge dà al sindaco”. Il giro di incontri che il sindaco sta svolgendo riguarda i rappresentanti delle sette liste della coalizione di centrosinistra che hanno appoggiato la sua candidatura. Ieri Gualtieri ha incontrato due liste che hanno eletto un consigliere: Europa Verde e Demos. Prima è stato il turno di Ev, con Guglielmo Calcerano e l’eletto in Assemblea capitolina, Nando Bonessio (447 voti e e un risultato di lista pari allo 0,92 per cento); poi di Paolo Ciani, già consigliere regionale, ma anche lui eletto con Demos (2.199 e un risultato di lista pari allo 0,95 per cento). Dal primo confronto è emersa, a quanto si è appreso dai rappresentanti della lista, una disponibilità del sindaco a valutare l’istituzione di un assessorato alla Transizione ecologica. Nel pomeriggio di oggi, invece, Gualtieri vedrà gli esponenti della lista Civica: probabilmente il coordinatore Alessandro Onorato e la capolista Monica Lucarelli (607 voti e un risultato di lista pari al 5,4 per cento, che colloca la Civica per Gualtieri come seconda forza della coalizione, dietro soltanto al Partito democratico che è andato oltre il 16,3 per cento).



Come noto per la carica di vice Gualtieri sceglierà una donna: si sono rincorsi i nomi di Francesca Bria, economista, e di Beatrice Lorenzin, coordinatrice del comitato elettorale. La scelta tuttavia è legata all’equilibrio complessivo della squadra: la giunta, infatti, dovrebbe essere composta al 50 per cento da donne e al 50 per cento da uomini, almeno questo è l’obiettivo del neosindaco, in linea con la via tracciata fin dalle primarie dal segretario del Pd, Enrico Letta, e che ha portato alla candidatura di quattro donne – poi elette – alla guida dei municipi. Nell’incontro di oggi, viste le componenti della lista Civica per Gualtieri (imprenditori e professionisti) è possibile che si sciolgano le caselle del Turismo e dello Sviluppo economico: già il nome di Onorato, tra l’altro, è circolato tra i possibili alla carica di assessore al Turismo e grandi eventi. Il nodo più delicato, sul quale Gualtieri potrebbe optare anche per una figura tecnica, è quello dei rifiuti. Lo stesso ex ministro, da candidato a sindaco non ha fatto mistero della volontà di poter pescare tra i profili “di altissimo livello” che lo hanno coadiuvato nel suo lavoro al Mef durante la gestione dell’emergenza pandemica. Gualtieri, inoltre, ha promesso una pulizia straordinaria della città su un arco di tempo di sei-otto mesi: lavoro che potrebbe vedere il coinvolgimento di volontari e comitati di quartiere, ma che non può escludere un piano di raccolta e smaltimento, particolamente serrato dal punto di vista logistico.

Altra casella chiave, con la gestione commissariale del debito dell’ente in scadenza al 31 dicembre del 2021, e con l’arrivo dei bandi e dei fondi del Pnrr e del Giubileo 2025 è quella del Bilancio: è emerso il nome di Silvia Scozzese, ma nessuna partita è ancora chiusa. Gualtieri dovrà prima terminare il giro di incontri, a partire dalle liste Sinistra civica ecologista (2,02 per cento) e Roma futura (1,97 per cento). Entrambe le liste portano in Assemblea capitolina due eletti (per Sce, Alessandro Luparelli, 2.474 voti, e Michela Cicculli, 2.416 preferenze; per Rf Giovanni Caudo, 4.820 voti, e Claudia Pratelli, 2.237 preferenze). Nel caso di Sce i due eletti provengono dall’associazionismo territoriale e la loro campagna elettorale è stata puntata molto sui temi dell’uso degli spazi sociali e del patrimonio pubblico capitolino: non è escluso che la lista possa quindi chiedere una rappresentanza amministrativa sul tema, che sia in assessorato o in commissione. Nel caso di Rf il capolista Caudo è già stato assessore all’Urbanistica e il suo nome era circolato come possibile componente della nuova squadra, ma è difficile che l’ex della giunta Marino possa tornare al dipartimento di via del Turismo.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS