Candidati a sindaco uniti per Expo 2030, lettera a Draghi per la candidatura

Abbiamo immaginato - ha sottolineato Raggi - un evento all'interno della città puntando sui temi del presente e del futuro

sindaco

I candidati a sindaco per le elezioni amministrative del 2021 a Roma hanno sottoscritto insieme una lettera con la quale chiedono al presidente del Consiglio Draghi di ospitare Expo 2030 nella Capitale. Su invito della sindaca uscente di Roma e candidata del M5s Virginia Raggi, a sottoscrivere la lettera in Campidoglio sono stati, oltre la stessa Raggi, anche il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri, il candidato del centrodestra Enrico Michetti e il leader di Azione Carlo Calenda. Al termine dell’incontro, avvenuto a porte chiuse, i 4 candidati a sindaco si sono ritrovati nella sala della Protomoteca del Campidoglio.

“Oggi abbiamo sottoscritto congiuntamente una lettera in cui, in qualità di candidati sindaco, ci rivolgiamo al presidente Draghi affinché voglia avanzare la candidatura di Roma a Expo 2030”, ha spiegato la sindaca Raggi. “È una grandissima opportunità non solo per la città ma per il Paese intero perché l’Expo è una manifestazione di livello mondiale e arriverebbe a 15 anni dall’ultima organizzata in Italia, quindi il tempo minimo sarebbe rispettato – ha aggiunto Raggi -. Può essere una grande occasione di rilancio insieme ai fondi del Recovery e al Giubileo del 2025, permettendo a Roma di avere davanti a sé 10 anni di grande investimenti per una grande e consistente opera di trasformazione urbana di cui Roma ha bisogno. Abbiamo immaginato – ha sottolineato Raggi – un evento all’interno della città puntando sui temi del presente e del futuro come rigenerazione urbana, smart city, sostenibilità e transizione ecologica. Vogliamo rappresentare da candidati la volontà comune che la città possa ospitare questo evento”, ha concluso la sindaca uscente.

A seguire in ordine alfabetico, ha preso la parola il leader di Azione Carlo Calenda. “Siamo volentieri qua sostenere un progetto per la capitale. Non solo per i cittadini romani ma per tutti i cittadini italiani. Io ho accolto grande piacere l’idea di Virginia – ha aggiunto Calenda – . Oggi siamo qui per dare sostegno istituzionale ad un importante progetto di cui Roma ha bisogno”, ha concluso Calenda. “Si tratta di una grande opportunità per Roma ed è giusto che tutti i candidati sindaci abbiano sottoscritto questo impegno comune per il rilancio e innovazione di Roma – ha detto Gualtieri -. Chiunque vincerà porterà avanti questi progetto. Naturalmente serve che Roma adesso faccia bene il suo lavoro per poi presentare la candidatura. Io sono disponibile a dare una mano per presentare una candidatura forte”, ha concluso il candidato del centrosinistra. Infine il candidato del centrodestra, Enrico Michetti, ha sottolineato che “Roma è patria di grande eventi. Ho fatto ieri la seconda dose del vaccino, non mi reggevo in piedi ma ci tenevo a essere qui per l’Expo. Viva Roma viva Expo 2030”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS