Con l’obbligo di green pass sale di cinque volte il numero di tamponi giornalieri

Secondo i dati elaborati nel report settimanale di Altems, il costo giornalieri è di oltre 21 milioni di euro

sardegna tamponi

Con l’obbligo del green Pass sui luoghi di lavoro e per lo sport si stima un aumento di ben cinque volte dei tamponi giornalieri necessari, per un costo complessivo di oltre 21 milioni di euro al dì. Sono i dati elaborati nel report settimanale dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell’Università Cattolica (Altems) di Roma.



Attualmente viene effettuata una media di 274.680 tamponi giornalieri (dati settimana 04-11 ottobre). Si stima che dal 15 ottobre in avanti saranno richiesti 1.519.188 tamponi al giorno, per un costo giornaliero massimo pari a 21.147.929 euro, cifra che se proiettata a 30 giorni superano di gran lunga il fondo per i farmaci innovativi oncologici stanziato per il 2021. “L’obbligo del Green pass richiederà una grande sfida economica e organizzativa in questi giorni” afferma il professor Americo Cicchetti, direttore Altems.

Il costo dei ricoveri per Covid di persone non vaccinate ammonta in Italia a quasi 54 milioni di euro, a carico del servizio sanitario nazionale. Nel periodo 27 agosto 2021 al 26 settembre 2021, valutando l’incidenza settimanale ogni 100.000 abitanti, calcolata tenendo separate la popolazione non vaccinata, vaccinata incompleta e vaccinata, è possibile vedere – si legge in una nota – che siamo di fronte a due pandemie diverse che corrono assieme. Le infezioni nella popolazione vaccinata si fermano a 22,06 ogni 100.000 abitanti a settimana mentre nella popolazione non vaccinata l’incidenza è a 121,13 ogni 100.000 abitanti. Sotto il profilo delle ospedalizzazioni, considerando le persone non vaccinate, ogni settimana 11,14 persone ogni 100.000 abitanti finiscono in Area Medica e 1,29 persone ogni 100.000 abitanti in terapia intensiva.



Contemporaneamente, tra i vaccinati 1,37 persone ogni 100.000 abitanti finiscono in Area Medica e 0,10 persone ogni 100.000 abitanti in terapia intensiva. Il 94 per cento dei non vaccinati ospedalizzati non sarebbe ricoverato in Area Medica se fosse stato sottoposto a vaccinazione. Tra i ricoverati in terapia intensiva non vaccinati, il 96 per cento avrebbe evitato il ricovero in Area Critica. Sulla base quindi del numero di ospedalizzati evitabili se vaccinati, possiamo stimare l’impatto economico sul servizio sanitario nazionale nel periodo tra il 27 agosto 2021 e il 26 settembre 2021 delle mancate vaccinazioni. Gli ospedalizzati non vaccinati che avrebbero evitato il ricovero in Area Medica, nel periodo temporale sopra considerato, sono pari a 4.920, mentre quelli dell’Area Critica sono pari a 580. Il totale dei costi ammonta a 53.996.672,44 euro di cui 39.461.034,73 euro per le ospedalizzazioni in Area Medica e 14.535.637,71 euro per le ospedalizzazioni in terapia intensiva.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram