Cop26, Sharma: “L’accordo raggiunto a Glasgow è molto positivo e storico”

Secondo il presidente della conferenza "Cina e India dovranno giustificarsi sulla questione del carbone"

alok sharma cop26 glasgow

L’accordo raggiunto alla Cop26, la conferenza sul clima delle Nazioni Unite che si è conclusa ieri a Glasgow, è “molto positivo e storico”. Lo ha detto il presidente della Cop26, Alok Sharma, ai microfoni dell’emittente televisiva “Sky News”. La conferenza di Glasgow ha “mantenuto” la promessa di garantire che l’obiettivo di evitare un ulteriore riscaldamento globale di 1,5 gradi Celsius resti a portata di mano. “C’erano moltissime persone che ne dubitavano e invece lo abbiamo rispettato. Questo fatto è stato riconosciuto da molti Paesi vulnerabili agli effetti del cambiamento climatico, e ne sono molto felice”, ha proseguito. “Abbiamo anche chiuso tutti gli elementi in sospeso del regolamento di Parigi dopo sei anni”, ha affermato Sharma, sostenendo che è stato ottenuto un risultato “davvero notevole”. “Devo sottolineare che per la prima volta in una di queste conferenze la parola carbone si riflette effettivamente nel testo”, ha aggiunto il presidente della Cop26, ammettendo tuttavia che avrebbe preferito mantenere la dicitura “eliminazione graduale” invece di dover passare a “riduzione graduale”, come chiesto esplicitamente dall’India. “Tuttavia, con qualsiasi eliminazione graduale devi effettuare una riduzione gradualmente”, ha aggiunto Sharma, ribadendo comunque la positività del risultato raggiunto.



Sharma: “Cina e India dovranno giustificarsi sulla questione del carbone”

Sulla questione del carbone, ha osservato Sharma, la Cina e l’India dovranno spiegare ciò che è successo alla Cop26. I due Paesi, infatti, hanno insistito per modificare la dicitura del testo da “eliminare gradualmente” a “ridurre gradualmente” l’utilizzo del carbone nei propri mix energetici. “Si tratta di un accordo storico, possiamo esserne davvero orgogliosi, ma questo è solo l’inizio”, ha detto Sharma, ricordando che per la “prima volta” c’è un accordo sul fatto che i Paesi si incontreranno in seguito per discutere e monitorare gli impegni raggiunti sul clima”. “Dobbiamo garantire che tali impegni siano rispettati”, ha affermato il presidente della Cop26, aggiungendo di comprendere il senso di “frustrazione” di coloro che sono in prima linea nel cambiamento climatico, come le nazioni insulari. “Naturalmente c’è sempre altro da fare. Questo è un processo, ma in questo caso penso che possiamo dire con qualche giustificazione che ciò che abbiamo ottenuto qui è assolutamente storico”, ha detto il presidente della Cop26.

Guterres: “Intesa Cop26 importante, ma non basta”

Il risultato della Cop26 è un compromesso che riflette gli interessi, le contraddizioni e lo stato della volontà politica nel mondo di oggi, ha scritto invece su Twitter il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, commentando l’accordo raggiunti ieri a Glasgow durante la conferenza delle Nazioni Unite sul clima. “È un passo importante, ma non basta. È ora di entrare in modalità di emergenza. La battaglia per il clima è la battaglia delle nostre vite e quella battaglia deve essere vinta”, ha scritto Guterres.



Johnson: “Ancora tanta strada da fare”

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha affermato in un videomessaggio diffuso su Twitter che “c’è ancora tanta strada da fare per risolvere definitivamente il problema della lotta al cambiamento climatico”. E in riferimento all’esito della Cop26 ha aggiunto: “Il mondo ha raggiunto risultati immportanti, abbiamo mantenuto viva la speranza di restringere a 1,5 gradi il riscaldamento globale. Il premier ha quindi osservato che “i Paesi del mondo sviluppato hanno riconosciuto la necessità di aiutare le nazioni povere e vulnerabili nell’affrontare il cambiamento climatico”. Parlando poi della presidenza britannica del vertice, Johnson ha sottolineato che quando Londra ha assunto l’incarico “solo il 30 per cento del paesi aveva aderito all’obiettivo zero-emissioni, oggi abbiamo tutto il mondo”.

Leggi anche altre notizie su Nova News

Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram