Covid: 3.117 nuovi casi e 22 decessi
Più di 30 milioni gli immunizzati

È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del coronavirus

vaccini eterologa covid

Sono 3.117 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto ai 4.743 di ieri, per un totale di 4.320.530 dall’inizio dell’epidemia. I decessi sono 22 contro i sette registrati ieri. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del Covid-19 in Italia.



Quanto ai tamponi effettuati, oggi sono 88.247 rispetto ai 176.653 di ieri, con un rapporto tamponi-positivi al 3,5 per cento. Il numero degli attualmente positivi è di 68.236, 1.979 in più rispetto a ieri, mentre i dimessi/guariti sono 1.114 per un totale di 4.124.323 dall’inizio dell’epidemia. Sono 182 le persone ricoverate in terapia intensiva, con un incremento di 4 unità rispetto sempre a ieri.

I ricoverati con sintomi sono 1.512, in aumento rispetto ai 1.392 di ieri. A livello territoriale, le Regioni con il maggior numero di contagi sono il Lazio (550), l’Emilia Romagna (469), la Sicilia (457) e il Veneto (405).



Il bollettino dei vaccini anti Covid

Sono 65.540.041 i vaccini anti-Covid somministrati, il 95,3 per cento delle dosi finora consegnate, pari a 68.748.630 (47.507.009 di Pfizer/BioNTech, 11.858.528 di Vaxzevria di AstraZeneca, 7.118.454 di Moderna e 2.264.639 di Johnson & Johnson), mentre ammonta a 30.296.040 (il 56,09 per cento della popolazione over 12) il totale delle persone vaccinate cui sono state somministrate la prima e la seconda dose di vaccino. Lo riporta il bollettino elaborato da presidenza del Consiglio dei ministri, ministero della Salute e struttura del commissario straordinario al Covid-19, aggiornato alle 17:16 di oggi. Per quanto riguarda la suddivisione territoriale, in testa in termini di dosi somministrate c’è la Lombardia con 11.689.181 (99,1 per cento delle dosi ricevute), seguita da Lazio con 6.613.874 (96,3 per cento) e Campania con 6.360.385 (94,5 per cento).

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram