Covid: 8.569 nuovi casi e 67 vittime
I tamponi effettuati sono oltre 595 mila

È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del coronavirus

covid

Sono 8.569 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia nelle ultime 24, in aumento rispetto ai 7.891 di ieri, per un totale di 4.835.435 dall’inizio dell’epidemia. Si registrano 67 vittime, in leggero aumento rispetto alle 60 di ieri, per un totale di 132.618 sempre dall’inizio dell’epidemia. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del coronavirus nel nostro Paese. Gli attualmente positivi sono 106.920. I tamponi sono 595.812, rispetto ai 487.618 di ieri, con un rapporto tamponi-positivi all’1,4 per cento, in calo rispetto all’1,6 per cento di ieri. I ricoverati con sintomi sono 3.509; in leggero aumento il dato delle persone ricoverate in terapia intensiva, pari a 422 (-1 rispetto a ieri). I dimessi/guariti sono 4.569, per un totale di 4.595.897 dall’inizio dell’epidemia. A livello territoriale, le Regioni con il maggior numero di contagi sono Veneto (1.077), Lombardia (1.066) e Campania (959).



Sono 91.468.931 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate finora in Italia, il 91,6 per cento di quelle consegnate pari a 99.902.006. È quanto riporta il bollettino sulla campagna vaccinale a cura della presidenza del Consiglio dei ministri, del ministero della Salute e della struttura commissariale per l’emergenza sanitaria, aggiornato alle 06:15 di oggi. Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 45.274.174, l’83,83 per cento della popolazione over 12. Le persone, poi, con almeno una somministrazione sono 46.784.239, pari all’86,62 per cento della popolazione over 12. Le persone con la terza dose addizionale sono 405.726, il 45,56 per cento della popolazione potenzialmente oggetto di dose addizionale. Le persone oggetto di dose booster sono 2.145.353, il 41,81 per cento della popolazione potenzialmente oggetto di dose booster che ha ultimato il ciclo vaccinale da almeno sei mesi.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram