Covid: il Giappone riapre i confini a partire da lunedì 8 novembre

Per il momento rimarranno invece in vigore le restrizioni all'ingresso dei turisti

giappone

Il governo del Giappone ha annunciato oggi la riapertura dei confini nazionali agli uomini d’affari, agli apprendisti delle professioni tecniche e agli studenti internazionali a partire da lunedì 8 novembre. Per il momento rimarranno invece in vigore le restrizioni all’ingresso dei turisti. Per i viaggiatori d’affari vaccinati il periodo di quarantena verrà ridotto ad un minimo di tre giorni. Attualmente sino a 370mila titolari di visti di lavoro e di studio sono ancora in attesa di entrare in Giappone: circa 150mila sono studenti stranieri, e 110mila sono apprendisti di varie professioni. Una volta revocate le restrizioni, gli ingressi riprenderanno in maniera graduale, e con la collaborazione di aziende e istituzioni formative, che dovranno fare da garanti per il rispetto delle misure di prevenzione del rischio pandemico. Ad oggi gli ingressi in Giappone sono vincolati anche per i vaccinati ad un periodo di quarantena di dieci giorni, ma a categorie come gli studenti internazionali e i turisti l’ingresso nel Paese è vietato. Toshihiro Nagahama, capo economista del Dai-ichi Life Research Institute, stima che la riapertura parziale dei confini contribuirà al prodotto interno lordo giapponese per un importo di circa 830 miliardi di yen annui (7,3 miliardi di dollari).



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS