Covid, dopo un anno e mezzo riapre il Transatlantico della Camera

Il presidente dell'Assemblea di Montecitorio Fico: "Soddisfatti ed emozionati"

Transatlantico -

Come annunciato, da oggi riapre il Transatlantico della Camera. Un giorno lungamente atteso. Il “corridoio dei passi perduti”, come viene chiamato, rimasto chiuso per quasi un anno e mezzo a causa della pandemia da Covid-19, torna così accessibile alla stampa, oltre che agli stessi deputati ed ai funzionari. Soddisfatto il presidente dell’Assemblea di Montecitorio, Roberto Fico, che ricorda su Facebook come lo spazio sia stato usato come prolungamento dell’emiciclo “per permettere ai deputati di lavorare e votare nel rispetto del distanziamento interpersonale. Una trasformazione temporanea resasi necessaria a causa dell’emergenza – prosegue la terza carica dello Stato -, che mi ero impegnato a concludere appena fosse stato possibile. Un impegno che oggi prende forma”. “Finalmente il giorno che aspettavamo. Siamo molto soddisfatti – e anche un po’ emozionati – nel vedere di nuovo riaperto il Transatlantico, siamo pronti a recuperare tutti i ‘passi perduti!'”, scrive su Twitter l’Associazione stampa parlamentare (Asp).



Per rispettare il distanziamento, i divanetti del Transatlantico – come da cartelli – possono essere usati solo con sedute alternate. Non solo: le finestre e le porte che si affacciano sul cortile interno sono aperte per il ricambio dell’aria. Riapre anche un altro luogo caro a parlamentari e cronisti: parliamo della buvette, il bar-gastronomia al piano aula della Camera, il punto di ristoro il cui ingresso è caratterizzato adesso da un cordone rosso per meglio regolamentare il flusso dei clienti in entrata ed in uscita. Come ogni attività di ristorazione, neppure la buvette si sottrae alla regola degli ingressi contingentati e dei posti limitati, pari a 21, tra bancone – con tanto di pannelli di plexiglas – e tavolini. In mattinata ad animare Transatlantico e buvette sono stati principalmente i giornalisti, dato che l’Aula era stata convocata oggi alle 14. Poi, a riappropriarsi del celebre “corridoio dei passi perduti”, sono stati man mano pure i deputati.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS