Credito Valtellinese: il Cda boccia l’offerta d’acquisto dei francesi

Per il Cda il corrispettivo pari a 10,5 euro per azione non è congruo

Credito Valtellinese

Il corrispettivo pari a 10,500 euro per azione Creval (cum dividendo) non è congruo da un punto di vista finanziario“. Lo sottolinea il consiglio di amministrazione di Credito Valtellinese (Creval), che ieri sera ha approvato all’unanimità il comunicato sull’offerta pubblica di acquisto volontaria sulla totalità delle azioni ordinarie della banca promossa da Crédit Agricole Italia (Cai). Il Cda di Creval, riferisce infatti una nota, “esaminati termini e condizioni dell’Opa” sulla totalità delle azioni ordinarie, “tenuto conto delle fairness opinion rilasciate dagli advisor finanziari BofA Securities e Mediobanca allegate al comunicato dell’emittente, pur riconoscendo che l’integrazione di una banca commerciale solida e ben posizionata quale è il Creval con un gruppo bancario come Cai possa generare benefici, ritiene che il corrispettivo dell’offerta pari a 10,500 euro per azione Creval (cum dividendo) non sia congruo da un punto di vista finanziario”.



Il Cda nello specifico è del parere che Creval presenti diversi elementi distintivi e di valore “in ottica stand-alone” che si ritiene debbano essere adeguatamente valorizzati e considerati. Tra questi, l’elevata eccedenza di capitale grazie ad una dotazione patrimoniale da best in class; significativo miglioramento del profilo di rischio in anticipo rispetto al target fissato per il 2023 dal Piano Industriale; miglioramento dell’efficienza operativa con elevata riduzione degli oneri operativi nell’esercizio 2020, in anticipo rispetto ai target fissati dal Piano Industriale; progressivo miglioramento dell’attività commerciale a sostegno dell’obiettivo di una redditività sostenibile; potenziali benefici dalla rilevazione di Deferred Tax Assets (Dta) su base stand-alone; necessità di considerare il significativo livello di patrimonializzazione di Creval al fine di apprezzare adeguatamente l’effettiva redditività della Banca in termini comparativi. Nel frattempo, dopo la presa di posizione sull’Opa, il titolo di Creval a Piazza Affari è salito dello 0,68 per cento a 12,10 euro.

Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram