Crisi dei migranti a Ceuta, la Commissione Ue: “Non ci lasciamo intimidire da nessuno”

Lo ha affermato il vice presidente della Commissione europea Schinas in un'intervista a "Rtve"

Ceuta

L’Europa non si farà intimidire da nessuno sulla questione migratoria e deve essere chiaro che quello che quello che passando a Ceuta non è un problema solo per la Spagna, ma per tutti. Lo ha affermato il vice presidente della Commissione europea, Margaritis Schinas, in un’intervista radiofonica a “Rtve”, evidenziando che il rapporto dell’Ue con i Paesi vicini di origine e transito dei flussi migratori “è una parte centrale del nostro partenariato nelle relazioni internazionali”. Il vice commissario ha ribadito la necessità di firmare “il prima possibile” un grande accordo sul futuro della politica europea d’immigrazione e di asilo. “Fino a questo momento abbiamo soluzioni molto frammentate che generano situazioni che non ci piacciono. Questo accordo sarebbe la migliore risposta ai populisti e agli eurofobi in quanto saremo in grado di dimostrare di saper risolvere problemi complessi”, ha dichiarato Schinas in merito al pericolo che la questione migratoria possa essere utilizzata strumentalmente dai partiti populisti per fomentare l’opinione pubblica.



In merito alla relazione tra l’Ue ed il Marocco, Schinas ha affermato che si base “sulla franchezza e la fiducia in tutti gli ambiti compresa l’immigrazione che sarà “chiave” nel futuro di questa relazione. In tal senso il vice commissario Ue ha chiarito che “è stato trasmesso già da ieri” a Rabat. Schinas ha poi assicurato alla ministra degli Esteri spagnola, Arancha Gonzalez Laya, ed al ministro dell’Interno, Fernando Grande-Marlaska, che la Commissione europea “farà tutto quello di cui la Spagna avrà bisogno per aiutarla nella gestione della frontiera a Ceuta e Melilla. Abbiamo mezzi a disposizione di tutti gli Stati membri”.

 



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram