Dal vaccino ai bambini alla variante Omicron, la diretta “Stop ai dubbi” della Regione Lombardia

La diretta dalle 15 alle 18

regione lombardia

La vaccinazione dei bambini e la preoccupazione per i contagi nelle scuole, la possibilità che tutta l’Italia entri in zona gialla e su tutto, la preoccupazione suscitata dall’arrivo in Italia della “variante sudafricana” chiamata Omicron con quello che comporta anche sul tema della campagna vaccinale che ne frattempo ha visto una crescita delle adesioni. Il tutto mentre i contagi continuano a salire, così come i ricoveri sia nei reparti ospedalieri sia, seppur lentamente, nelle terapie intensive.



Ieri sono stati infatti 2493 i nuovi casi positivi su 113.407 tamponi, con un tasso di positività al 2,2 per cento. In terapia intensiva si trovano 91 persone, una in più rispetto al giorno precedente, mentre i ricoveri nei reparti covid sono aumentati di 15 unità per un totale di 789 pazienti.

Proprio per rispondere a domande che sciolgano i dubbi degli ultimi contrari al vaccino Regione Lombardia ha organizzato per oggi, dalle 15 alle 18, la diretta “Stop ai dubbi”, durante la quale importanti esperti come Sergio Abrignani, Andrea Gori, Alberto Mantovani, Marina Picca, Giuseppe Remuzzi e Carlo Signorelli interverranno per rispondere alle domande loro poste sulla pandemia direttamente dai cittadini. “Un momento importante e soprattutto qualificato per ottenere risposte e chiarire eventuali dubbi sulle vaccinazioni anti-Covid” lo ha definito nei giorni scorsi Guido Bertolaso, coordinatore della campagna vaccinale della Lombardia, sottolineando che “diffondere informazioni chiare e soprattutto corrette è fondamentale”.



Nei giorni scorsi Bertolaso aveva confermato che i numeri di questa quarta ondata “non sono numeri drammatici, ma stanno lentamente peggiorando” prevendo un Natale più sereno per chi è vaccinato rispetto a chi non lo è. Anche perché l’ipotesi che, prima di Natale, tutta Italia sarà in zona gialla, non può essere esclusa. Una zona gialla che, con le nuove regole in vigore dal 6 dicembre, significa il ritorno delle mascherine anche all’aperto per tutti mentre ai non vaccinati, anche in zona bianca, saranno preclusi cinema, ristoranti e bar al chiuso, teatri, eventi sportivi, feste e discoteche, cerimonie pubbliche. Per quanto riguarda la “variante Omicron” dalla Regione spiegano che sembra essere molto più contagiosa di quelle precedenti e quindi la soglia dell’attenzione rimane alta.

Soprattutto perchè il +manager casertano che è risultato positivo alla variante sudafricana, ha spiegato al Gr Rai di essere a casa con la sua famiglia, (anch’essa positiva), di “stare bene” e di avere “lievi sintomi”. Anche per questo prosegue la corsa ad ampliare il più possibile la platea dei vaccinati: lo scorso fine settimana è stata raggiunta la quota di un milione di terze dosi e anche dal punto di vista delle prime dosi c’è una nuova accelerazione, mentre nei prossimi giorni verranno aperti nuovi hub vaccinali. Intanto, durante la seduta straordinaria del consiglio regionale di ieri è venuta la notizia della positivizzazione dell’assessore al bilancio Davide Caparini, che si era già sottoposto alla doppia vaccinazione. L’assessore, è stato confermato, sta bene, ma essendo stato uno dei più assidui presenti in aula durante il dibattito per la riforma della legge sanitaria regionale, dalle 9 di martedì mattina il consiglio regionale darà la possibilità, su base volontaria, a ogni consigliere e a chi ha lavorato in aula, di effettuare un test molecolare a palazzo Pirelli.


Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram