Draghi: “I volontari della Protezione civile sono la forza silenziosa dell’Italia”

Il messaggio del premier per la campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali

draghi

“Voi volontari siete la forza silenziosa dell’Italia, che risponde ogni volta che c’è bisogno. L’Italia vi ammira e oggi vuole imparare da voi”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel videomessaggio inviato ai volontari della Protezione civile impegnati oggi per l’iniziativa “Io non rischio – Buone pratiche di Protezione civile”, la campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano l’Italia e sulle buone pratiche da adottare per minimizzarne l’impatto su persone e cose. “Oggi i volontari della campagna ‘Io non rischio’ incontreranno i cittadini in oltre 300 Comuni e in 500 piazze digitali – ha osservato il capo del governo -. È l’occasione per promuovere la conoscenza dei fenomeni naturali che colpiscono l’Italia, in particolare terremoti e alluvioni. E per illustrare le buone pratiche da adottare per ridurre i rischi. Si tratta spesso di semplici accorgimenti. Cosa fare in caso di allerta. Come riconoscere un’area a rischio. Come rendere la propria casa più sicura. E come prepararsi a un’emergenza. Gesti piccoli, ma che possono salvare le vite”.



Draghi: “Catastrofi naturali non si possono azzerare ma gestire al meglio”

Nel videomessaggio diffuso dal profilo Twitter del dipartimento della Protezione civile, il premier ha aggiunto: “In Italia, oltre il 90 per cento dei Comuni ha aree esposte al pericolo di alluvioni e frane. Il 41 per cento della popolazione risiede nelle zone a più elevata pericolosità sismica. I danni causati dalle catastrofi naturali non si possono azzerare, ma si possono ridurre e si possono gestire. Per farlo è necessario l’aiuto e la preparazione di tutti. Il Servizio nazionale della protezione civile da anni è fortemente impegnato sul fronte della prevenzione. Studia e analizza i fenomeni naturali. Individua gli interventi strutturali per ridurre i rischi sul territorio. Pianifica come meglio fronteggiare le calamità”. Draghi ha concluso: “Voglio ringraziare il dipartimento della Protezione civile, insieme a tutti gli altri organizzatori e promotori di questa giornata. E i tanti che hanno dedicato e dedicheranno oggi il proprio tempo e le proprie energie a questa importante iniziativa”.

Leggi anche altre notizie su Nova News



Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram