Egitto: fallito nella notte tentativo di spostare la Ever Given

Per l'amministrazione del Canale di Suez non ci sono tempistiche precise

ever given

Un tentativo condotto nella notte di spostare la nave portacontainer Ever Given, che sta bloccando il Canale di Suez, è fallito. Un altro tentativo di riposizionare la nave sarà effettuato oggi durante l’alta marea. Lo ha detto all’agenzia di stampa russa “Sputnik” una fonte dell’Authority del Canale di Suez. Nella tarda serata di sabato, una fonte ha detto che la nave aveva iniziato a reagire al lavoro dei rimorchiatori e che avrebbe dovuto essere completamente trasferita nella notte, approfittando della marea più alta. “Sfortunatamente, oggi non ha funzionato . Oggi verranno effettuati ulteriori dragaggi e un altro tentativo [di spostare la nave] verrà effettuato alla prossima alta marea”, ha detto la fonte a Sputnik dopo il tentativo fallito. Un’altra fonte dell’amministrazione del Canale di Suez ha detto che non ci sono informazioni specifiche su quando Ever Given potrebbe essere spostato, ma “ci sono segnali positivi”. Il tenente generale Osama Rabie, presidente dell’Authority del canale di Suez, ha confermato ieri la continuazione degli sforzi per far galleggiare la nave portacontainer panamense che è bloccata al chilometro 151 del canale.



Nave bloccata nel Canale di Suez: iniziate  le manovre di traino

Il capo dell’autorità ha annunciato ieri l’inizio delle manovre di traino della nave attraverso 9 rimorchiatori, dopo il completamento dei lavori di dragaggio nella parte anteriore della nave. Il tenente generale Rabie ha spiegato che le manovre di traino richiedono la disponibilità di diversi fattori ausiliari, il più importante dei quali è la direzione dei venti e delle maree, il che lo rende un processo tecnico complesso. Rabie ha affermato anche che il vento forte e il maltempo non sono stati i motivi principali dell’incidente della nave “Ever Given”, che trasporta 18.300 container per 224.000 tonnellate. Parlando oggi nel corso di una conferenza stampa da Suez tuttavia Rabie ha rifiutato di citare le altre cause dicendo che saranno rivelate dalle indagini. Al momento sono 321 le navi in attesa nelle aree di ancoraggio nel Canale di Suez dall’inizio della crisi indotta dalla nave “Ever Given”, afferma Rabie, aggiungendo che la nave era la 13 nella fila di quelle che passavano prima di incagliarsi martedì scorso, quindi circa 12 navi erano già transitate nel Canale di Suez prima di lei.

Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su FacebookTwitterLinkedInInstagram