Eni annuncia tre nuove scoperte a petrolio e gas in Egitto

Il totale delle riserve accertate risultati dai tre pozzi ammonta a circa 50 milioni di barili

eni

La compagnia italiana Eni ha annunciato tre nuove scoperte di idrocarburi in Egitto. Secondo un comunicato dell’azienda diffuso alla stampa egiziana, Eni ha effettuato due scoperte di petrolio, gas e condensati nelle concessioni di Meleiha e South-West Meleiha, nel promettente bacino del Deserto occidentale egiziano, mentre un’altra scoperta a petrolio riguarda la concessione di South Meleiha. Secondo quanto riferisce il quotidiano “Dostor”, il totale delle riserve accertate risultati dai tre pozzi ammonta a circa 50 milioni di barili di petrolio equivalente. Ciascuna scoperta aggiunge una produzione totale di circa 6.000 barili di petrolio equivalente al giorno all’output del Cane a sei zampe nel Paese delle piramidi.



Eni, attraverso una sua controllata, possiede una quota del 38 per cento nell’area della concessione di Meleiha, mentre la russa Lukoil possiede una quota del 12 per cento e l’egiziana Egyptian General Petroleum Corporation (Egpc) una quota del 50 per cento. Nella concessione South-West Meleiha, Eni possiede, attraverso una sua controllata, una quota del 50 per cento, mentre Egcp detiene il restante 50 per cento. Eni opera in Egitto dal 1954 e attualmente produce circa 360 mila barili di petrolio equivalente al giorno.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram