Eswatini: il governo ordina la chiusura di Facebook

La decisione rientra nel tentativo di frenare le proteste a favore della democrazia che vanno avanti da mesi nel Paese

pagine facebook

Il governo di Eswatini ha ordinato al principale operatore di telecomunicazioni del Paese, Mtn, di chiudere la piattaforma social Facebook, reo di diffondere “irresponsabilmente” la disinformazione che “contribuisce a fomentare gli attacchi e le violenze nel Paese”. “Come governo, abbiamo l’obbligo di ripristinare la pace e l’ordine per porre fine alla violenza attualmente in corso”, ha affermato il ministro dell’Informazione, Princess Sikhanyiso, in una lettera indirizzata a Mtn citata dal sito d’informazione “Swaziland News”. Mtn, da parte sua, ha inviato un messaggio ai suoi utenti informandoli della decisione di chiudere Facebook. La decisione rientra nel tentativo da parte del governo di frenare le proteste a favore della democrazia che vanno avanti da mesi nell’ultimo Paese al mondo governato da un monarca assoluto. Nuove proteste sono in corso in queste ore nelle strade della capitale, Mbabane. Dalla fine di giugno Eswatini è teatro di un’ondata di proteste da parte dei manifestanti che chiedono riforme costituzionali che consentano loro di eleggere i propri leader. Il re Mswati III – ultimo sovrano assoluto al mondo – governa nel Paese dal 1986 dopo la morte di suo padre, Sobhuza II.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS