Etiopia: forze federali e amhara riprendono il controllo dell’area di Debre Zebit dai tigrini

Fonti citate dal sito somalo "Garowe Online" confermano che le truppe eritree si muovono verso la regione di Afar

esercito etiopia

La Forza di difesa nazionale dell’Etiopia (Endf) e le milizie della regione degli Amhara, alleate del governo federale nel conflitto contro il Fronte di liberazione del popolo del Tigrè (Tplf), hanno ripreso il controllo dell’area di Debre Zebit, situata nello Stato regionale di Amhara. Lo ha reso noto la Commissione di polizia di Amhara in un comunicato, secondo quanto riporta l’emittente “Fbc”.



L’annuncio giunge dopo che la scorsa settimana gli esperti dell’Europe External Policy Advisors (Eepa), centro studi con sede in Belgio, hanno riferito che le truppe eritree di stanza in Etiopia hanno inviato i rinforzi nel Tigrè occidentale e si stanno preparando ad una nuova offensiva contro le Forze di difesa del Tigrè (Tdf), il braccio armato del Tplf, che nelle ultime settimane hanno riconquistato buona parte del territorio in precedenza controllato dalle forze federali. Secondo gli analisti, la controffensiva avrebbe l’obiettivo di costringere i tigrini alla ritirata da nord e da ovest e dovrebbe iniziare dopo la stagione delle piogge (dalla fine settembre).

In tal senso, fonti citate dal sito somalo “Garowe Online” hanno confermato che le truppe eritree si stanno muovendo verso la regione di Afar in preparazione dell’offensiva nel Tigrè e hanno riferito che lo scorso 18 agosto il primo ministro etiope Abiy Ahmed si è recato segretamente in Eritrea per discutere con le controparti eritree i dettagli dell’imminente offensiva. Nel frattempo, prosegue il rapporto, i combattimenti tra le Tdf e l’Endf – quest’ultima coadiuvata dalle truppe eritree e da quelle amhara – proseguono su diversi fronti, mentre l’Esercito di liberazione oromo (Ola) – che nelle scorse settimane ha annunciato un’alleanza militare con i tigrini per rovesciare il premier Ahmed – ha esteso l’occupazione delle aree rurali nella regione dell’Oromia e ha preso il controllo su alcune vie di comunicazione strategiche.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram