Etiopia, NetBlocks: servizi di messaggistica e piattaforme social inaccessibili

Le restrizioni avvengono durante l'intensificarsi dell'avanzata tigrina verso la capitale Addis Abeba

russia-usa-social media

In Etiopia risulta interrotta la copertura internet di applicazioni digitali come Facebook, WhatsApp e Messenger. Lo segnala la piattaforma di monitoraggio internet NetBlocks, che dall’analisi dei dati di rete del provider di monopolio statale Ethio Telecom ha individuato l’interruzione dei server della piattaforma di Marc Zuckenberg e delle app di messaggistica WhatsApp e Telegram, confermando diverse segnalazioni di difficoltà di accesso ai servizi pervenute al sito nelle ultime ore. Per aggirare le restrizioni di accesso gli utenti fanno per il momento ricorso a reti private virtuali (Vpn). Le restrizioni avvengono nel quadro dell’escalation del conflitto che ha visto nelle ultime settimane intensificarsi l’avanzata tigrina verso la capitale Addis Abeba. La censura di internet è una misura già adottata in passato dalle autorità etiopi in occasione di importanti eventi politici, tra cui le elezioni generali rinviate dal governo federale ma che le autorità del Tigrè decisero ugualmente di tenere nel settembre 2020 (determinando una serie di ritorsioni da parte del governo di Addis Abeba e di contro-rappresaglie tigrine che in seguito sfociarono nel conflitto armato), dei violenti scontri intercomunitari scoppiati a più riprese – l’ultima volta nel gennaio scorso – nella regione del Benishangul-Gumuz, o ancora dell’avvio dell’offensiva federale nel Tigrè, avviata un anno fa.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS