Ex direttore intelligence di Caracas: “Zapatero ha una miniera d’oro in Venezuela”

Carvajal ha riferito queste informazioni al giudice del Tribunale nazionale

zapatero

L’ex direttore dell’intelligence venezuelana, Hugo Armando Carvajal, ha accusato l’ex presidente socialista spagnolo, Jose Luis Rodriguez Zapatero, di possedere una miniera d’oro nel paese latinoamericano e sta raccogliendo documenti per provarlo. Secondo quanto rivelato dal quotidiano “El Confidencial”, Carvajal ha riferito queste informazioni al giudice del Tribunale nazionale, Manuel García-Castellon, che dovrà decidere sulla richiesta di asilo presentata dall’ex militare chavista per evitare l’estradizione negli Stati Uniti dove è ricercato per traffico di droga.



Nel frattempo, Carvajal si è offerto di collaborare con la giustizia spagnola e di fornire informazioni su presunte operazioni illegali di politici legati alla sinistra spagnola in Venezuela. Secondo quanto riferito da “El Confidencial”, per il momento, il giudice Garcia-Castellon non ha fissato un termine per la consegna delle prove, ma ha avvertito che non sarà una scadenza a lunga durata.

Anche se l’ex militare rimane in detenzione provvisoria nel carcere madrileno di Estremera, il suo entourage lo sta aiutando a contattare persone di sua fiducia a Caracas che hanno accesso ai segreti dell’amministrazione di Nicolas Maduro per individuare i presunti documenti. La rivelazione di Carvajal giunge nello stesso giorno in cui Zapatero partecipa al 40mo Congresso federale del Partito socialista operaio spagnolo (Psoe) per mostrare il suo appoggio al presidente del governo, Pedro Sanchez.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram