Ex wrestler e ammiratore di Putin, chi è il nuovo presidente della Mongolia

Ukhnaa Khurelsukh, soprannominato 'Pugno', ha raccolto il 68% dei voti alle elezioni

Ukhnaa Khurelsukh

Ex lottatore, ammiratore del presidente russo Vladimir Putin al quale si ispira per i suoi scatti a cavallo, soprannominato “Pugno” dopo un video virale che nel 2012 lo immortalò mentre colpiva un membro del parlamento: Ukhnaa Khurelsukh è stato eletto presidente della Mongolia dopo aver raccolto il 68 per cento dei voti alle elezioni di ieri, 9 giugno. Con Khurelsukh il Partito del popolo mongolo – già affermatosi alle elezioni legislative dello scorso anno – torna alla presidenza dopo 12 anni. Classe 1968, Khurelsukh è stato eletto tre volte in parlamento e ha iniziato la sua carriera politica come funzionario del Comitato centrale del Partito rivoluzionario del popolo (Mprp) nel 1991. È stato il fondatore della Federazione giovanile socialista democratica, della quale è stato per due volte presidente tra il 1997 e il 2000. Nel 2008 è stato eletto segretario generale del Mprp e due anni dopo, sotto la guida del leader Sükhbaataryn Batbold, ha sostenuto il processo di ritorno della forza politica al nome originale di Partito del popolo mongolo (come prima del 1924).

Khurelsukh ha guidato il partito a una vittoria schiacciante alle elezioni parlamentari del 24 giugno 2020, ma lo scorso gennaio si è dimesso da primo ministro a seguito di un’ondata di proteste per la gestione della pandemia e, in particolare, per il trattamento di una donna trasferita all’interno di un centro per malattie infettive con addosso un pigiama ospedaliero e pantofole di plastica nonostante le temperature a -25 gradi. Secondo gli analisti, in politica estera Khurelsukh potrebbe porsi in forte discontinuità con il suo predecessore Khaltmaa Battulga, che aveva prediletto le relazioni con la Russia a quelle con l’altra superpotenza confinante, la Cina. In campagna elettorale il neo-eletto presidente ha più volte insistito sulla necessità per la Mongolia di rendersi indipendente da Mosca sul piano energetico. A questo proposito, Khurelsukh ha promesso un raddoppiato impegno per lo sviluppo di megaprogetti di investimento come quelli per lo sfruttamento delle risorse naturali e per il rilancio delle esportazioni.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram