Fmi: “La ripresa economica del Regno Unito sarà più lenta rispetto a tutti i Paesi del G7”

Stando ai dati del Fondo, la crescita economica si attesterà al 6,8% nell’anno corrente

fmi

La ripresa del Regno Unito dopo la pandemia da Covid-19 si ridurrà 3 per cento nel 2024 rispetto al 2019, un dato che rende il Paese quello con la crescita più lenta rispetto a tutti gli altri membri del G7. Lo confermano i dati del Fondo monetario internazionale (Fmi) pubblicati ieri, martedì 12 ottobre, che mostrano, come riporta il quotidiano “Financial Times”, che mentre le altre grandi nazioni riusciranno a trovare il modo di uscire dalla crisi, il Regno Unito si trova in fondo alla lista, addirittura sotto la previsione dell’Fmi relativa al 2019.



Stando ai dati del Fondo, la crescita economica del Regno Unito si attesterà al 6,8 per cento nell’anno corrente e al 5 per cento nel 2022. Ci si aspetta dunque, secondo il “Financial Times”, che il cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak sarà costretto ad aumentare ulteriormente le tasse per ripagare i debiti della pandemia piuttosto che finanziare il sistema sanitario e l’assistenza sociale. Anche se l’analisi prospetta una rappresentazione positiva dell’economia britannica nel medio termine, il lungo periodo vede un rischio di inflazione molto alto, dopo un periodo di rapida crescita fermatasi appunto nel 2020 con l’inizio della pandemia.

“Queste nuove previsioni mostrano la forza del processo di ripresa che stiamo vivendo, il Regno Unito ha la più veloce previsione rispetto agli altri Paesi del G7 quest’anno, il nostro piano sta funzionando” ha commentato Sunak, in viaggio verso Washington per partecipare all’incontro annuale dell’Fmi.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram