G20: a Palazzo Barberini al via i lavori della seconda giornata della ministeriale Cultura

Il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, apre oggi i lavori

palazzo barberini - roma -

Il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, apre oggi a Palazzo Barberini i lavori della seconda giornata della prima ministeriale Cultura del G20 organizzata dalla presidenza italiana. Insieme al ministro Franceschini interverranno in apertura dei lavori il ministro della Cultura dell’Arabia Saudita, Badr bin Abdullah al Saud, in rappresentanza del Paese con la presidenza uscente del G20 e il viceministro della Cultura dell’Indonesia, in qualità di presidenza entrante del G20. A seguire sono previsti vari panel di lavori: uno dedicato alla protezione del patrimonio culturale, dove interverranno tra gli altri Jurgen Stock, segretario generale dell’Interpol, e Hu Heping, Ministro della Cultura e del Turismo della Cina; uno sull’affrontare il cambiamento climatico tramite la cultura a cui interverrà tra gli altri il ministro della Cultura spagnolo, Miquel Iceta; costruire capacità attraverso la formazione e l’istruzione, dove è previsto l’intervento tra gli altri del ministro della Cultura e del Turismo turco Mehmet Nuri Ersoy.



Nel pomeriggio il focus si sposterà sulla trasformazione digitale e nuove tecnologie per la cultura con gli interventi in programma della ministra della Cultura francese, Roselyne Bachelot, del ministro della Cultura e del Turismo della Corea del Sud Hwang Hee, e del ministro del Turismo brasiliano Gilson Machado Neto; altro panel sarà poi dedicato alla cultura e settori creativi come motori di crescita con gli interventi tra gli altri della ministra della Cultura russa Olga Lyubimova, e del commissario Ue per l’innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù Mariya Grabriel. I lavori a Palazzo Barberini, che si concluderanno con l’adozione di una dichiarazione congiunta, saranno conclusi dalla conferenza stampa finale del ministro Franceschini prevista attorno alle 17.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS