G20: ministeriale Commercio a Sorrento, focus su rilancio multilateralismo e riforma Omc

Di Maio: "Il sistema commerciale multilaterale è stato fonte di stabilità durante la pandemia"

g20 sorrento foto

Il commercio ha un ruolo chiave al servizio delle persone, del pianeta e della prosperità globale e, nonostante l’impatto del Covid-19 sull’economia mondiale, il sistema commerciale multilaterale è stato una fonte di stabilità e ha contribuito a mitigare le ripercussioni della pandemia. Lo ha dichiarato il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, in apertura dei lavori della riunione ministeriale Commercio estero del G20 a Sorrento. “L’impegno a costruire meglio per una ripresa sostenibile, inclusiva e resiliente va di pari passo con la necessità di rafforzare il sistema commerciale multilaterale con l’Organizzazione mondiale del commercio al suo centro. Con il vostro aiuto, vorremmo che la riunione ministeriale del G20 sul commercio e gli investimenti sia infatti un trampolino di lancio per un esito positivo della dodicesima conferenza ministeriale dell’Oms, che si terrà a Ginevra alla fine di novembre”, ha affermato Di Maio.



“La riunione di oggi”, ha proseguito il ministro, “chiude l’anno di lavoro nel filone del commercio e degli investimenti ed è strutturata in tre sessioni, ognuna delle quali copre due argomenti: la sessione mattutina si concentrerà su commercio e salute e su commercio e sostenibilità ambientale; la seconda sessione – una colazione di lavoro – sarà incentrata su servizi e investimenti, e sulla partecipazione delle micro, piccole e medie imprese al commercio mondiale; la terza sessione offrirà uno scambio di opinioni sul sostegno governativo e la riforma dell’Omc”, ha aggiunto il titolare della Farnesina.

Il G20 potrebbe fornire un impulso politico alla conclusione dei negoziati sui sussidi alla pesca, un passo fondamentale in materia di commercio e sostenibilità ambientale. Il dibattito su servizi e investimenti si focalizzerà sulla promozione del commercio digitale, la riduzione dei costi del commercio di servizi e l’opportunità di adottare quadri normativi e amministrativi trasparenti, prevedibili e ed efficienti per gli investimenti. Il sostegno della partecipazione delle piccole e medie imprese (Pmi) nel commercio mondiale, considerando anche le sfide attuali e future, tra cui la transizione verde e digitale in corso, sarà anche oggetto di considerazione. Le Pmi svolgono un ruolo fondamentale nelle nostre economie, anche ai fini del raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Il G20 discuterà anche la questione della trasparenza degli interventi di sostegno del governo nell’economia, per comprenderne i complessi effetti sui mercati globali, in un momento in cui i costi opportunità delle scarse risorse pubbliche necessarie per affrontare le sfide a breve e lungo termine sono elevati. Con la ministeriale Commercio del G20 la presidenza italiana intende portare avanti la riforma dell’Omc al centro dell’agenda, fornendo un impulso politico ad un processo inclusivo di riforma istituzionale dell’organizzazione per rilanciare il multilateralismo commerciale. La Dichiarazione ministeriale rispecchierà le suddette priorità riflettendo l’andamento della riunione.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS