G20, il ministro Di Maio: “Il Sud sarà al centro del mondo”

Lo ha detto il ministro degli Esteri in un'intervista a "La Gazzetta del Mezzogiorno"

Il Recovery Fund, la grande leva per la ripresa del Paese, nasce – per espressa indicazione europea – con l’obiettivo di ridurre le diseguaglianze Nord-Sud e rimettere in moto la macchina meridionale. “Il Recovery Fund – spiega a “La Gazzetta del Mezzogiorno” il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, “costituisce un’occasione irripetibile per il rilancio del Mezzogiorno, che è un tassello fondamentale per la ripresa di tutto il Paese. Per questo, il riequilibrio territoriale è stato scelto come priorità trasversale del Piano nazionale di ripresa e resilienza italiano, e lo testimoniano i 100 miliardi destinati proprio al Sud”. “Queste risorse, – continua – insieme a quelle destinate ad investimenti su scala nazionale, contribuiranno al rilancio del Sud e all’affermazione di un modello di sviluppo più inclusivo, connesso e sostenibile, in cui nessuno viene tagliato fuori. Un modello di sviluppo che è stato ‘promosso a pieni voti’ dalla Commissione Europea. Ora dobbiamo rimboccarci le maniche e procedere a tutta velocità, a partire proprio dall’attuazione dei progetti per il Sud”.



Un elemento cardine, anche per il riiancio del Sud, è sicuramente quello delle esportazioni e della promozione del Made in Italy. “Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti finora grazie al Patto per l’Export. In meno di 12 mesi abbiamo stanziato risorse per oltre 5 miliardi di euro, una cifra eccezionale. E i risultati si vedono: nel primo trimestre 2021 il valore delle esportazioni italiane è stato pari a 118 miliardi di euro, cifra superiore addirittura ai 116 miliardi dei primi tre mesi del 2019 che fu un anno record per il nostro export”. “Ma – osserva infine il ministro – non ci accontentiamo: favorire le imprese del Mezzogiorno, operare per ridurre il divario tra Nord e Sud, intervenire per colmare il gap digitale delle imprese italiane sono tra gli assi portanti della nostra azione”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram