Generali: il patto sale al 12,3%, entra la Fondazione Crt

Il patto tra Del Vecchio e Caltagirone sale adesso, complessivamente, a 195.011.229 azioni

Generali

La Fondazione Crt ha comunicato a Delfin e alle società del gruppo Caltagirone la sua adesione al patto di consultazione con il suo 1,232 per cento di capitale sociale di Assicurazione Generali. Il patto tra Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone sale adesso, complessivamente, a 195.011.229 azioni ordinarie di Assicurazioni Generali, pari al 12,334 per cento del capitale sociale.



L’11 settembre, Delfin, holding lussemburghese di Leonardo Del Vecchio, e una serie di società del gruppo Caltagirone, controllate dall’imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone, avevano comunicato di aver stipulato un patto di sindacato in Generali per la consultazione in vista dell’assemblea della società, che in primavera dovrà approvare il bilancio e rinnovare il cda.

Il patto raccoglie tutte le azioni detenute dai due imprenditori attraverso Delfin (Del Vecchio) e una dozzina di società diverse del gruppo Caltagirone, per un totale del 10,948 per cento del capitale di Generali, che salgono ora al 12,334 per cento con l’adesione di Fondazione Crt.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS