Germania: “Der Tagesspiegel”, governo e Laender concordano inasprimento restrizioni anti-Covid

Avrà efficacia federale la regola 2G, che consente l'accesso ai luoghi pubblici a vaccinati e guariti

covid - germania

Il governo federale e i Laender hanno concordato l’inasprimento delle restrizioni per il contenimento della pandemia di Covid-19 in vigore in Germania, al fine di contenere la quarta ondata del virus che ha determinato un drastico aumento dei contagi nel Paese. In particolare, avrà efficacia federale la regola 2G, che consente l’accesso ai luoghi pubblici esclusivamente a vaccinati contro il coronavirus e a quanti sono guariti dopo il contagio. Tale norma dovrà essere applicata in tutti gli Stati tedeschi indipendentemente dai tassi di ospedalizzazione e incidenza delle infezioni. È quanto riferisce il quotidiano “Der Tagesspiegel”, sulla base di quanto appreso da fonti che hanno partecipato all’incontro tra la cancelliera tedesca, Angela Merkel, e i primi ministri dei Laender. Con l’entrata in vigore della regola 2G, i non vaccinati non potranno più frequentare, tra l’altro, caffè, eventi, ristoranti e stadi, ad esempio. L’obiettivo è convincere quanti rifiutano la vaccinazione contro il coronavirus a rivedere la propria decisione. Ai Laender spetterà introdurre severi controlli sull’applicazione del regime 2G, tra l’altro con l’utilizzo di codici Qr. Tale stretta si è resa necessaria perché, come evidenziato da Merkel, la Germania “sta esaurendo le forze” nella lotta contro il Covid-19.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram