Germania: i ministri del nuovo governo tedesco

Il prossimo governo verrà formato da 16 ministri, di cui sette della SpD, cinque dei Verdi e quattro della Fdp

Scholz - Germania

La squadra dei ministri del prossimo governo federale, formato da Partito socialdemocratico tedesco (SpD), Verdi e Partito liberaldemocratico (Fdp) è ormai completa. Il cancelliere designato Olaf Scholz, esponente della SpD, ha infatti presentato oggi i compagni di partito che assumeranno incarichi ministeriali nel nuovo esecutivo tedesco, che dovrebbe giurare l’8 dicembre prossimo. In quella data, è infatti prevista l’elezione di Scholz a cancelliere da parte del Bundestag. Il prossimo governo federale verrà formato da 16 ministri, di cui sette della SpD, cinque dei Verdi e quattro della Fdp. In particolare, i socialdemocratici guideranno l’Interno e la Difesa, rispettivamente con Nancy Faeser e Christine Lambrecht, già titolare della Giustizia nel governo federale uscente di Grande coalizione, formato da Unione cristiano-democratica (Cdu), Unione cristiano-sociale (Csu) e SpD. Al ministero del Lavoro e degli Affari sociali viene confermato Hubertus Heil, mentre il dicastero per la Salute viene assunto da Karl Lauterbach, responsabile della SpD per le politiche sanitarie. L’Edilizia sarà assunta da Klara Geywitz, mentre la ministra dell’Ambiente, Svenja Schulze, passa a Cooperazione economica e sviluppo. Il sottosegretario alle Finanze con delega per le questioni finanziarie ed economiche nonché per la politica finanziaria e monetaria internazionale Wolfgang Schmidt, stretto confidente di Scholz, assume l’incarico di capo di gabinetto della Cancelleria federale e ministro per gli Affari speciali.



I copresidenti dei Verdi, Robert Habeck e Annalena Baerbock, diventeranno rispettivamente ministri dell’Economia e della Protezione del clima e degli Esteri. Inoltre, Habeck sarà vicecancelliere. Cem Ozdemir, alla guida degli ecologisti dal 2008 al 2018 prima con Claudia Roth e poi con Simone Peter, sarà titolare delle Politiche agricole. Il dicastero per la Famiglia, gli Anziani, le Donne e i Giovani verrà guidato da Anne Spiegel, mentre Steffi Lembek sarà responsabile Ambiente, Protezione della natura, Sicurezza nucleare e Tutela dei consumatori. Il presidente della Fdp, Christian Lindner, ha ottenuto il ministero delle Finanze, mentre il segretario generale del partito, Volker Wissing, sarà titolare di Trasporti e Digitale. I liberaldemocratici saranno, infine, al vertice della Giustizia, con Marco Buschmann, e dell’Istruzione e Ricerca con Bettina Stark-Watzinger. Scholz verrà eletto cancelliere dal Bundestag nella giornata dell’8 dicembre, con il successivo giuramento del suo governo.

Al ministro della Salute Lauterbach l’incarico più difficile del nuovo governo



Sarà il ministro della Salute designato, Karl Lauterbach, ad assumere l’incarico “più difficile” nel prossimo governo federale, dovendo affrontare la pandemia di Covid-19. È quanto afferma il quotidiano “Handelsblatt”. Epidemiologo e responsabile dei socialdemocratici per le questioni sanitarie, Lauterbach si è detto fiducioso di respingere il coronavirus. Ci vorrà più tempo di quanto molti pensassero, “ma ce la faremo”, ha dichiarato l’esponente della SpD. Per Lauterbach, a tal fine la vaccinazione avrà un ruolo centrale. Dall’inizio della pandemia in Germania, a marzo del 2020, Lauterbach si è costantemente pronunciato a favore delle restrizioni anticontagio più severe, subendo anche minacce per tale motivo. Il ministro della Salute tedesco designato è quindi sotto protezione delle polizia.

Come nota “Handelsblatt”, la posizione di Lauterbach nella SpD non è stata facile quando, nel 2019, si candidò alla presidenza del partito scagliandosi contro il governo di Grande coalizione, formato da Unione cristiano-democratica (Cdu), Unione cristiano-sociale (Csu) e socialdemocratici. In questo modo, Lauterbach criticò infatti anche il compagno di partito Olaf Scholz, vicecancelliere, ministro delle Finanze e prossimo capo del governo federale. Inoltre, nella SpD, “molti considerano Lauterbach imprevedibile, sono infastiditi dalle sue costanti apparizioni televisive e hanno grandi dubbi” che rispetterà la disciplina dell’esecutivo tedesco. Inoltre, per “Handelsblatt”, il prossimo ministro della Salute tedesco “corrisponde esattamente al tipo di politico di cui il futuro cancelliere Scholz si fida poco e che, in realtà, non vuole avere vicino”. Tuttavia, affindando a Lauterbach il dicastero della Salute, Scholz ha dovuto prendere atto della popolarità del compagno di partito, con i tedeschi che “si fidano di lui”. Inoltre, nella SpD, “nessuno ha familiarità con la politica sanitaria e la crisi del coronavirus come Lauterbach”. Il neoministro della Salute tedesco ha poi fama di studioso di medicina ed è noto per la semplicità delle sue spiegazioni.

Ad accrescere la fama di Lauterbach vi è poi la vita sana che conduce, da anni astenendosi completamente dal consumo di sale e zucchero, “infastidendo gli amici di partito quando li ammonisce ai buffet per riempirsi i piatti”. A ogni modo, il nuovo ministro della Salute tedesco assume l’incarico in un momento in cui la situazione in molti ospedali della Germania è “drammatica” a causa del Covid-19 e potrebbe peggiorare con la diffusione della variante Omicron del virus. A complicare ulteriormente il mandato di Lauterbach vi sono le “casse vuote” lasciate al ministero della Salute tedesco dal titolare uscente, Jens Spahn dell’Unione cristiano-democratica (Cdu), in particolare per l’assicurazione sanitaria e le cure a lungo termine. Vi sono poi da considerare la riforma dell’assistenza sanitaria “a macchia di leopardo” attuata da Spahn e cliniche in condizioni “sgangherate”. Il prossimo governo federale intende contrastare questa situazione con iniziative che dovranno essere messe in atto da Lauterbach. Si tratta, tra l’altro, di aumentare i salari del personale infermieristico, di rendere gli ospedali più efficienti e di migliorare l’assistenza negli ambulatori. Al riguardo, Lauterbach ha dichiarato: “Rafforzeremo il sistema sanitario”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS