Germania: la bozza del piano anti-Covid di governo e Laender

Il documento verrà discusso durante la videoconferenza che l'esecutivo tedesco e i Laender terranno oggi

germania aeroporto

L’inasprimento delle misure anticontagio su scala nazionale, in particolare a carico dei non vaccinati contro il Covid-19, e l’introduzione in Germania dell’obbligo generale di vaccinazione contro il virus sono al centro della bozza del piano che il governo federale e i Laender intendono attuare per contrastare la pandemia, che in Germania ha provocato l’aumento esponenziale delle infezioni portando il sistema sanitario tedesco in condizioni critiche. Come riferisce il quotidiano “Handelsblatt”, il documento verrà discusso durante la videoconferenza che l’esecutivo tedesco e i Laender terranno dalle 11:00 di oggi. All’incontro parteciperanno la cancelliera uscente Angela Merkel, il suo successore designato alla guida del governo federale Olaf Scholz e i primi ministri dei 16 Stati tedeschi. Intanto, dalla bozza del piano si apprende che, in tutta la Germania, per l’accesso a strutture come teatri, cinema, teatri e ristoranti dovrebbe applicarsi la regola 2G. Tale norma consente la partecipazione alla vita pubblica esclusivamente a quanti sono stati vaccinati contro il Covid-19 o sono guariti dopo aver contratto il virus, dietro presentazione della relativa certificazione. La regola 2G dovrebbe essere estesa al settore del commercio al dettaglio, “indipendentemente dall’incidenza” settimanale dei contagi.



Inoltre, per i non vaccinati, sono previste restrizioni ai contatti più severe. In particolare, per questa categoria, le riunioni in privato o in pubblico dovrebbero essere limitate al proprio nucleo abitativo e a un massimo di altre due persone. Le restrizioni dovrebbero essere applicate anche ai grandi eventi. Per le manifestazioni all’aperto, come le partite di calcio, le presenze dovrebbero essere limitate a un massimo di 10 mila persone. Club e discoteche dovrebbero essere chiusi “dopo un certo numero di contagi, così come i ristoranti. Nelle scuole, l’obbligo di indossare la maschera di protezione dovrebbe valere per tutte le classi.

Governo federale e Laender intendono poi incaricare il Consiglio etico tedesco di elaborare una raccomandazione per l’introduzione in Germania dell’obbligo generale di vaccinazione contro il Covid-19 entro la fine dell’anno. In considerazione del relativo iter legislativo al Bundestag, la decisione potrebbe entrare in vigore dal febbraio del 2022. Lo status di vaccinato dovrebbe scadere se una vaccinazione di richiamo contro il coronavirus non venisse effettuata in tempo. Per accelerare la campagna di vaccinazione, l’esecutivo federale e gli Stati tedeschi intendono ampliare la somministrazione dei preparati contro la Sars-Cov2 a farmacie, dentisti e personale infermieristico. Infine, il Bundestag dovrebbe rafforzare la legge sulla protezione dalle infezioni, recentemente allentata dalle modifiche proposte in maniera congiunta da Partito socialdemocratico tedesco (SpD), Verdi e Partito liberaldemocratico (Fdp), le tre forze politiche che formeranno il prossimo governo federale.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS