Giovannini: “Il governo interviene per accelerare l’approvazione delle opere del Pnrr”

Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili a "24 Mattino" su Radio24

giovannini

Sono mesi che con diversi provvedimenti “il governo interviene per accelerare l’approvazione delle opere del Pnrr ed altri progetti. Su 10 di queste opere si è cambiata la procedura completamente”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, a “24 Mattino” su Radio24, spiegando che “c’è un comitato presso il Consiglio superiore dei lavori pubblici per sintetizzare tutte le decisioni in modo rapido. Se c’è un conflitto tra le amministrazioni il Consiglio dei ministri prende una decisione”. “Tra dicembre e gennaio presenterà studi di fattibilità tecnico-economica su cui si faranno gli appalti. Nel corso del 2022 verranno assegnati”, ha proseguito il ministro.



“La scadenza delle opere del Pnrr è fissata al 2026. Di fronte ad un ricorso l’opera non si ferma ma c’è un eventuale indennizzo che i giudici” riconosceranno alle imprese, ha aggiunto Giovannini. “Sono cambiati i meccanismi nell’ottica di velocizzare al massimo. Con le procedure di commissariamento straordinario dei 21 cantieri previsti nel 2021, ne apriremo 19 entro fine anno e 2 opere minori ad inizio del prossimo anno. L’accelerazione è già in corso”, ha concluso Giovannini.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS