Giovannini: “Manovra espansiva che investe sul capitale umano”

E' una "manovra espansiva che affronta molti nodi che nel passato erano stati messi da parte" ha aggiunto

giovannini

Della manovra approvata “dobbiamo essere molto contenti come governo”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili Enrico Giovannini a “Studio24” su Rainews24. E’ una “manovra espansiva che affronta molti nodi che nel passato erano stati messi da parte: investire nel capitale umano in formazione e ricerca, assunzione di ricercatori, enti di ricerca. Un impegno senza precedenti”, ha aggiunto.



Per quanto riguarda i fondi europei previsti per il Piano nazionale di ripresa e resilienza il “governo ha aggiunto 30 miliardi per potenziare gli investimenti disposti dall’Europa”. Ha aggiunto: “Il governo nelle ultime settimane ha emesso importanti decisioni, sei riforme da approvare entro il 2021. Il punto non è solo rispettare la tempistica, ma fare le riforme per cambiare il nostro Paese”.

“In quattro mesi abbiamo raggiunto accordi con le Regioni per la ripartizione di 16 miliardi. Accordi che storicamente chiedevano anni” ha detto ancora. In merito il tema delle “infrastrutture e mobilità, il 56 per cento dei fondi va al Sud. Sono investimenti previsti per l’Alta velocità che chiudono la distanza tra Nord e Sud. Il 50 per cento per investimenti nelle ferrovie va al Sud”, ha ribadito il ministro.



Occorre “creare buona occupazione stabile con salari e stipendi adeguati. Creare una vita pensionistica migliore”, mentre “la rottura invece dei rapporti lavorativi e la precarietà non aiuta il futuro” ha proseguito. Gli ammortizzatori sociali come il Reddito di cittadinanza “sono strumenti importanti per evitare la povertà cronica. Qui il Pnrr può fare la differenza sulle politiche attive del lavoro”, ha spiegato il ministro.

Per attuare il Pnrr “abbiamo creato la Pnrr Academy, sono corsi per i responsabili del procedimento: 40 mila complessivi con 15 mila già iscritti”. Il ministro ha poi aggiunto: “Noi insegniamo le nuove pratiche del Pnrr. Prevedendo anche ulteriori assunzioni nelle amministrazioni pubbliche”.

“Oggi la Conferenza Stato-Regioni esaminerà l’assegnazione di oltre 4 miliardi per metro e ferrovie regionali” ha chiarito. “Per la fine di novembre” è previsto “oltre il 90 per cento di assegnazione dei fondi Mims”, ha aggiunto.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram