Gli Usa intensificheranno gli sforzi per contenere la Cina

Il dipartimento della Difesa ha completato un processo di Revisione della propria postura militare globale

usa cina biden xi jinping

Il dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha completato un processo di Revisione della propria postura militare globale durato mesi, evidenziando l’esigenza per la prima potenza mondiale di intensificare la collaborazione con alleati ai fini della deterrenza contro una potenziale aggressione militare della Cina ed eventuali minacce militari dalla Corea del Nord. Un funzionario del Pentagono ha confermato che l’Indo-Pacifico è stata la “regione prioritaria” nel contesto della Revisione. Il Pentagono non ha annunciato però nulla di esplicito in merito a Taiwan, uno tra i principali nodi delle tensioni in atto tra Stati Uniti e Cina.



La prima Revisione della postura globale completata sotto la guida dell’amministrazione Biden non comporterebbe nemmeno modifiche macroscopiche alla distribuzione delle truppe statunitensi nel mondo. I dettagli del nuovo indirizzo programmatico non sono stati ancora divulgati, ma durante una conferenza stampa una funzionaria del dipartimento della Difesa ha affermato che gli Usa dispiegheranno a rotazione cacciabombardieri e bombardieri in Australia, e rafforzeranno le loro infrastrutture militari in Australia e a Guam.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS