Governo verso l’obbligo vaccinale
Brunetta: “In settimana cabina di regia”

Patuanelli non esclude una scelta in tal senso, la Lega presenta le sue cinque proposte

certificato green pass vaccinale covid

Fra auspici ed inviti alla responsabilità, prosegue il dibattito sull’estensione dell’uso del certificato verde e sulla possibilità di introdurre l’obbligo vaccinale, opzione di cui ha parlato anche il presidente del Consiglio nella conferenza stampa di giovedì. In questo sabato di inizio settembre, fra interventi pubblici e comunicati, la discussione su un tema caro a milioni di italiani è andata avanti, non senza prese di posizione. A cominciare da quella del ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, che a margine dei lavori del Forum Ambrosetti a Cernobbio, ha intanto chiarito che dell’estensione del certificato verde ne discuterà “la prossima settimana la cabina di regia” cui seguirà, nei giorni successivi, la riunione del Consiglio dei ministri chiamata a dare il via libera ad uno specifico decreto. Ad ogni modo, secondo il ministro, “quella del Green pass è una storia di successo italiano ed europeo” ed ora l’Italia “deve completare questa storia di successo, estendendola a tutto il mondo del lavoro pubblico e privato in modo da avere una sorta di passaporto vaccinale che metta in sicurezza le relazioni sociali”.



Patuanelli: “Non esclusa ipotesi obbligo vaccinale”

Dal canto suo il ministro delle Politiche forestali ed esponente di punta del Movimento 5 stelle, Stefano Patuanelli, ha auspicato dalla festa del “Fatto quotidiano” che “non si arrivi all’obbligo” ma “non lo escludo come ipotesi”. Nel dibattito su certificato verde e obbligo vaccinale si inserisce anche il segretario del Partito democratico, Enrico Letta, che nel dare “sostegno pieno al governo” ha voluto ribadire come il certificato verde sia “il modo” per un ritorno alla normalità: “La riapertura delle scuole, del lavoro, passa da regole certe per tutti e dal buonsenso” ha chiarito ricordando la necessità di “convincere” gli italiani sull’importanza del vaccino “perchè logiche coercitive non funzioneranno: dobbiamo chieder a tutti di assumersi le proprie responsabilità”. Dal canto suo la Lega, al termine di una videoconferenza tra il segretario, Matteo Salvini e i presidenti di Regione espressione del partito, ha diffuso comunicato contenete 5 proposte su piano vaccinale e certificato verde. Fra queste il “no a obblighi o costrizioni, che potrebbero servire solo in via eccezionale per alcune categorie specifiche”. Inoltre “tamponi gratuiti per alcune categorie, così da permettere agevolmente l’ottenimento del certificato verde”, e la possibilità “di usare tamponi salivari molecolari per ottenere il certificato verde”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram