Grecia ed Egitto firmano un accordo per interconnessione elettrica

Si tratta del primo collegamento tra Europa e Africa nella regione del Mediterraneo sudorientale

interconnessione elettrica

Il memorandum d’intesa firmato oggi da Grecia ed Egitto sulla interconnessione elettrica tra i due Paesi assicura il flusso di energia verde e migliora la sicurezza energetica dell’Europa. Lo ha confermato il primo ministro greco, Kyriakos Mitsotakis, commentando la firma raggiunta oggi ad Atene tra i governi dei due Paesi. “L’interconnessione delle reti di trasmissione tra i nostri due Paesi rappresenta un’audace iniziativa strategica”, ha aggiunto. Il memorandum è stato firmato dal ministro dell’Ambiente e dell’Energia greco, Costas Skrekas, e dal ministro dell’Elettricità egiziano, Mohamed Shaker, e segnerà la prima interconnessione tra Europa e Africa nella regione del Mediterraneo sudorientale. L’accordo prevede la costituzione di un gruppo di lavoro di alto livello, che adotterà i prossimi passaggi per lo studio di fattibilità dell’opera e la concessione di licenze e l’attuazione del progetto. Skrekas ha detto che la firma di oggi sul documento e migliora la cooperazione tra Grecia ed Egitto e il ruolo di Atene nella regione. “Con il memorandum di cooperazione promuoviamo l’interconnessione elettrica Grecia-Egitto, che trasferirà energia pulita prodotta da fonti energetiche rinnovabili, per essere esportata nei paesi del nord e in Europa”, ha sottolineato Skrekas.



Il ministro greco ha inoltre rimarcato che Egitto e Grecia sono due Paesi “con legami storici e un pesante patrimonio culturale”. Questo accordo, ha osservato ancora Skrekas, sull’energia rafforza ulteriormente questi legami di amicizia e cooperazione. È una pietra miliare nel rafforzamento della cooperazione energetica tra i due Paesi e della capacità di affrontare le sfide dell’energia. “Con la firma del memorandum, i due governi riconoscono l’importanza di installare un’interconnessione elettrica” in grado di inviare le forniture in entrambe le direzioni “che trasferisca energia da fonti rinnovabili”, ha spiegato il ministro dell’Energia greco secondo cui l’accordo accelererà la creazione di un corridoio energetico nel Mediterraneo orientale e aumenterà la sicurezza e la resilienza dell’approvvigionamento. Il memorandum istituisce un gruppo di lavoro di alto livello, con la partecipazione dei rappresentanti dei due ministeri, dei gestori dei sistemi di trasmissione e delle autorità di regolazione, che esaminerà i parametri tecnici e finanziari del progetto, faciliterà la concessione di licenze e sosterrà la sua designazione come progetto di interesse europeo.

Le basi per la firma dell’accordo sono state poste durante la visita del primo ministro Kyriakos Mitsotakis al Cairo lo scorso giugno, durante la quale Skrekas ha incontrato Shaker, il ministro dell’Ambiente Yasmine Fouad e il ministro del Petrolio e delle risorse minerarie Tarek El Molla, con i quali ha discusso dei piani per l’interconnessione elettrica tra i due Paesi attraverso un cavo sottomarino. L’accordo in linea di principio prevede la firma di un memorandum d’intesa (MoU) tra i due ministeri che potrebbe trasformarsi in un accordo intergovernativo. Si prevede inoltre di valutare la prospettiva dell’integrazione del progetto tra i Progetti di interesse comune (Pci) dell’Unione europea, nell’ambito dell’interconnessione delle Reti transeuropee dell’energia, che faciliterà sia la licenza che il finanziamento dell’opera.



Secondo quanto riferito da alcune fonti a “Nova”, il collegamento avrà una potenza di trasmissione di 2 gigawatt. L’Egitto ha firmato in precedenza un accordo da 1,6 miliardi di dollari con l’Arabia Saudita per un progetto di interconnessione elettrica, i cui lavori inizieranno nel 2022 per essere completati nel 2023. L’accordo con l’Arabia Saudita prevede che l’Egitto finanzierà il 40 per cento del progetto e l’Arabia Saudita il restante 60 per cento. A metà settembre, Shaker ha dichiarato che l’Egitto avrebbe iniziato a esportare già da ottobre fino a 3 mila megawatt/ora di elettricità a Cipro e in Grecia. Il Paese nordafricano ha già un’interconnessione elettrica con il Sudan, mentre ci sono anche piani per stabilire un’interconnessione con la Giordania e l’Iraq.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram