Grecia: il giornalista Giorgos Karaivaz ucciso a colpi di pistola davanti casa

Al momento sul posto sono presenti degli agenti di polizia e una squadra del dipartimento investigativo forense

Giorgos Karaivaz

Il giornalista greco Giorgos Karaivaz è stato ucciso davanti alla sua abitazione ad Alimo, in Grecia. Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa “Ana-Mpa”, Karaivaz sarebbe caduto in un agguato tesogli da due uomini a bordo di una moto.



Il giornalista è stato ucciso mentre stava entrando nel condominio in cui abitava: in quel momento gli assassini si sono avvicinati e uno di loro gli ha sparato più volte con una pistola, provocando delle ferite mortali. I due uomini sono poi fuggiti in una direzione al momento non identificata. Volto noto della televisione greca, Giorgos Karaivaz era specializzato nel giornalismo investigativo, in particolare in inchieste legate al mondo della polizia. Proprio su questi temi aveva costruito la sua carriera, lavorando sin dagli anni Novanta per l’emittente televisiva “Ant 1”. Nel 2017 si era trasferito all’emittente “Star Tv”; mentre per diversi ha lavorato per il quotidiano “Eleftheros Typos”.

Sposato e padre di un figlio, Karaivaz, da alcuni anni era fondatore e proprietario del portale d’informazione “Bloko.gr”. Come si vede dal suo profilo Facebook, molti degli ultimi articoli su cui stava lavorando erano relativi ad indagini sulla polizia greca. Per l’emittente televisiva “Star Tv” lavorava per il programma “Truths with Zina”, insieme alla conduttrice Zina Koutselini. “Il giornalista Giorgios Karaivaz, fondatore e proprietario di ‘Bloko.gr’, non è più con noi in quanto alcuni hanno scelto di farlo tacere per fargli smettere di scrivere i suoi testi con i proiettili”, si legge sul portale d’informazione fondato dal noto giornalista televisivo ellenico ucciso questa mattina davanti alla sua abitazione ad Alimo, nella periferia sud di Atene.



Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram