Green pass: due fascicoli aperti in procura a Roma, uno su scontri e l’altro su assalto Cgil

Due fascicoli sono stati aperti dalla procura di Roma in merito alle proteste violente di sabato a Roma sfociate a seguito della manifestazione autorizzata “No green pass” prevista originariamente come evento statico a piazza del Popolo. Due i due tronconi: quello dell’assalto alla sede della Cgil e quello degli scontri con le forze dell’ordine.



A Roberto Fiore, Giuliano Castellino e Pamela Testa – rispettivamente leader nazionale, capo romano e attivista di Forza Nuova, Luigi Aronica, ex Nar, e Biagio Passaro leader del gruppo “IoApro”, i magistrati contestano devastazione, saccheggio e istigazione a delinquere. Per loro i magistrati hanno chiesto la convalida dell’arresto.

A questi, oltre ai disordini in centro, è contestato anche l’assalto alla sede della Cgil di Corso d’Italia. Le altre sei persone arrestate saranno invece processate per direttissima con le accuse di resistenza, lesioni e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. Al lavoro un pool di tre magistrati che si occupano di delitti contro le “personalità dello Stato”, di cui fa parte il procuratore della Capitale, Michele Prestipino.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram