Gualtieri vede Zingaretti in Campidoglio: “Se riparte Roma, riparte il Paese”

Per il primo incontro istituzionale in Campidoglio il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha ricevuto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Il governatore del Lazio è giunto alle 15:30 in punto a Palazzo Senatorio, il confronto è durato circa un’ora ed “è stata l’occasione di parlare, confrontarci subito su come lavorare insieme, per la ripartenza di Roma”, ha spiegato a termine il sindaco in Aula Giulio Cesare ribadendo di essere al lavoro per la realizzazione di “un grande Patto per Roma” che vedrà al centro le due istituzioni locali, Roma Capitale e Regione Lazio, e – come raccontato già in campagna elettorale – coinvolgerà associazioni di categoria, sindacati e realtà civiche e sociali che operano nella Capitale. “C’è piena collaborazione attorno a una visione condivisa di sviluppo e rilancio della Capitale orientata alla sostenibilità, alla creazione di occupazione, alla sostenibilità, alla semplificazione”, ha sottolineato Gualtieri, ricordando che “se riparte Roma, riparte tutta l’Italia”.



Gualtieri ha spiegato che, “ci sono una serie di scadenze e di responsabilità che abbiamo insieme, dal Giubileo al Pnrr, e su cui ci sarà un’azione comune e condivisa, per costruire una stagione straordinaria e senza precedenti, di rilancio, crescita e innovazione, ispirata ai valori dell’inclusione e della riduzione delle disuguaglianze, che promuova le imprese e la creazione di posti di lavoro, che faccia ripartire la città e renda la vita delle romane e dei romani più semplice. Ci sono tutte le condizioni per fare un lavoro straordinario e ci metteremo immediatamente all’opera per presentare il Patto per Roma”. Gualtieri infine ha ringraziato “il presidente Zingaretti, che è anche un caro e fraterno amico, non solo per il supporto e il sostegno che mi ha sempre dato ma anche per l’importante lavoro della Regione in questi anni e per la disponibilità a una collaborazione e cooperazione”, e ha concluso: “Credo che ci possa essere un grande salto di qualità, di Roma, della Città metropolitana, della Regione e di tutto il Paese. Se riparte Roma, riparte tutta l’Italia”.

Zingaretti dal canto suo ha rinnovato gli auguri al neosindaco e ha spiegato: “Abbiamo iniziato a discutere su tutte le opportunità che insieme si possono cogliere, già dalle prossime settimane e dai prossimi mesi. È molto positivo aver riscontrato, già in questi mesi ma anche oggi pomeriggio, una convergenza degli obiettivi, una condivisione delle strategie e una sinergia, nel metodo di lavoro che vogliamo mettere in campo per dare una svolta a tanti nodi irrisolti. Questo è un valore aggiunto e una buona notizia per i cittadini: le istituzioni, pur nel rispetto delle reciproche autonomie, collaborano per affrontare i problemi. Insieme abbiamo di fronte degli anni carichi di opportunità – ha sottolineato Zingaretti -, il Next Generation Eu, il grande appuntamento giubilare, la candidatura di Roma all’Expo. Le opportunità non mancheranno, quello di cui ora c’è bisogno è collaborare per prenderle tutte e trasformarle in opere pubbliche e in miglioramento della qualità della vita per i romani. Il Patto per Roma – ha concluso – ha questo come anima: mettere in sinergia due squadre che, nella reciproca autonomia, dovranno garantire buona qualità di governo, ma sui punti di convergenza lavoreranno gomito a gomito per fare presto e fare bene”.



Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram