Guinea-Conakry: scontro fra due treni appartenenti alla filiale della compagnia russa Rusal

Il bilancio è di almeno un morto e quattro feriti

treno Guinea

È di almeno un morto e quattro feriti il bilancio dello scontro avvenuto in Guinea fra due treni merci appartenenti a una filiale della compagnia russa Rusal, Compagnie des Bauxites de Kindia (Cbk). È quanto riferisce il sito web “Guinee7”, secondo cui l’incidente è avvenuto nella periferia di Conakry alle 5 del mattino ora locale (le 7 in Italia): secondo quanto riferito, uno dei due treni era fermo dopo essere rimasto fuori servizio per un guasto non meglio precisato ed è stato investito dal secondo che viaggiava lungo lo stesso binario. La compagnia Rusal, il più grande produttore russo di alluminio (e terzo al mondo dopo le cinesi Chinalco e Hongqiao), è presente in Guinea dove gestisce tre miniere di bauxite e una raffineria di allumino e l’allarme sulle conseguenze economiche del golpe che lo scorso 5 settembre ha portato al rovesciamento del presidente Alpha Condé a livello globale è stato lanciato in tempi rapidi dall’Associazione dell’Alluminio russa, per la quale l’attuale situazione di instabilità in Guinea comporta rischi significativi per l’industria dell’alluminio russa e globale. L’Associazione ha sottolineato che da Conakry viene il 50 per cento delle materie prime importate da Pechino ed il 45 per cento della bauxite acquisita dalla compagnia russa Rusal. Il Paese (13 milioni di abitanti) dispone delle più grandi riserve di bauxite al mondo: secondo un rapporto dell’Us Geological Survey, queste ammontavano nel 2020 a circa 7,4 miliardi di tonnellate, pari a circa il 25 per cento delle riserve mondiali.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS