Hong Kong: Disney+ censura un episodio dei Simpson ambientato a Tienanmen

Nell'episodio in questione la famiglia Simpson effettua un viaggio in Cina per aiutare una delle due sorelle gemelle di Marge ad adottare un bambino

Tienanmen - The Simpsons

Nel suo catalogo per Hong Kong la piattaforma di streaming Disney+ ha censurato un episodio della sitcom animata “The Simpsons” a causa della pungente satira diretta contro il Partito comunista cinese. Lo rende noto la stampa statunitense. Nell’episodio in questione (il 12mo della 16ma stagione), la famiglia Simpson effettua un viaggio in Cina per aiutare una delle due sorelle gemelle di Marge, Selma Bouvier, ad adottare un bambino. All’arrivo a Piazza Tienanmen, a Pechino, la famiglia viene accolta da un enorme cartello con scritto: “In questo luogo nel 1989 non avvenne nulla”. La puntata ironizza su uno dei più celebri tentativi di censura operati dal Partito comunista cinese sulla propria storia, relativo al massacro di studenti, operai e intellettuali perpetrato il 4 giugno 1989 dall’esercito cinese. In un’altra scena dell’episodio vengono rivolte critiche all’ex presidente Mao Zedong, che il capofamiglia Homer definisce “un angioletto che ha ucciso 50 milioni di persone”. Non è chiaro se Disney+ abbia rimosso l’episodio su ordine del governo comunista, dal momento che il gigante dell’intrattenimento non ha risposto alle richieste di commento, né lo ha fatto il governo di Hong Kong.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS