I ministri degli Esteri del G7 si incontrano a Londra per la prima volta in due anni

Il ministro britannico Dominic Raab condurrà la discussione parlando della crisi in Myanmar

I ministri degli Esteri dei Paesi del G7 si incontrano oggi a Londra, in quello che rappresenta il primo vertice faccia a faccia in oltre due anni a causa delle restrizioni ai viaggi internazionali imposte dalla pandemia in corso.

Il ministro degli Esteri britannico Dominic Raab condurrà la discussione parlando della crisi in Myanmar, ma allo stesso tempo delle sempre più difficili relazioni con Russia, Cina e Iran. Raab ha reso noto che vedrà l’incontro come una possibilità per affrontare “sfide condivise e crescenti minacce”. All’incontro saranno presenti i ministri di Regno Unito, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone e Stati Uniti, con la partecipazione in qualità di ospiti di Australia, India, Corea del Sud e Sudafrica, rendendo evidente il tentativo da parte del Regno Unito di approfondire i propri legami diplomatici e commerciali con l’area indo-pacifica. Nella giornata di ieri Raab ha incontrato il Segretario di Stato statunitense Antony Blinken, in quella che per quest’ultimo rappresenta la prima visita a Londra dopo essere stato nominato dal presidente Joe Biden.

Durante la conferenza stampa seguita all’incontro, Raab ha affermato di aver notato un cambiamento verso “Paesi con la stessa mentalità” pronti a lavorare con maggiore collaborazione per fronteggiare Paesi ostili quali Russia e Cina. Raab ha aggiunto che Londra e Washington dovrebbero lavorare “spalla a spalla” su questi problemi, mentre Blinken ha risposto che gli Stati Uniti vedono il Regno Unito come “il partner e alleato più vicino” ai propri interessi nazionali.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS