I ministri della Difesa e degli Esteri della Turchia hanno incontrato il premier libico Dabaiba

Lo riferisce un comunicato dell’esecutivo unitario di Tripoli

I ministri della Difesa e degli Esteri della Turchia, rispettivamente Hulusi Akar e Mevlut Cavusoglu, hanno tenuto oggi a Tripoli un incontro con il premier del Governo di unità nazionale libico, Abdulhamid Dabaiba. Lo riferisce un comunicato dell’esecutivo unitario di Tripoli. “Il premier del governo di unità nazionale Dabaiba ha ricevuto oggi una delegazione turca di alto livello comprendente il ministro degli Esteri, Mevlut Cavusoglu, il ministro della Difesa, Hulusi Akar, e il direttore dei servizi di intelligence turchi (Mit), Hakan Fidan”, si legge in una nota. L’incontro si è svolto alla presenza del capo di Stato maggiore di Tripoli, Mohammed al Haddad, e della ministra degli Esteri libica, Najla el Mangoush. Le parti hanno discusso del “rafforzamento delle relazioni tra i due Paesi” e dei mezzi per “consolidarle nell’interesse dei popoli libico e turco”, conclude la nota. In precedenza, il ministro della Difesa turco, Hulusi Akar, ha avuto un incontro separato con il capo di Stato maggiore libico Haddad, accompagnato dal capo di Stato maggiore di Ankara, generale Yasar Guler.

La visita dei due ministri turchi giunge a poche settimane dal viaggio del premier Dabaiba in Turchia, dove il capo dell’esecutivo di Tripoli si è recato lo scorso 11 aprile alla guida di una folta delegazione ministeriale per prendere parte ai lavori della Commissione turco-libica. In tale occasione, a seguito di un incontro con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, i due Paesi hanno siglato dieci memorandum d’intesa non vincolanti, per la cooperazione in diversi settori. I governi di Turchia e Libia hanno siglato inoltre, nel novembre del 2019, un controverso memorandum per la demarcazione delle rispettive Zone economiche esclusive, che è stato fortemente contestato dalla Grecia. Secondo l’emittente panaraba di proprietà saudita “Al Arabiya”, l’attivazione delle intese siglate nel 2019, durante la visita dell’allora premier del Governo di accordo nazionale (Gna) Fayez al Sarraj a Istanbul, dovrebbe essere stata al centro dei colloqui di oggi, come anche la rimozione dei combattenti stranieri dal Paese. La visita di Akar in Libia giunge, inoltre, prima dei colloqui tra Egitto e Turchia previsti nelle prossime settimane al Cairo per esplorare un possibile riavvicinamento diplomatico tra i due Paesi.

 

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram