Il colosso dell’immobiliare cinese Evergrande prevede un crollo delle vendite

Lo ha fatto sapere oggi la stessa società in una dichiarazione sulle recenti misure per alleviare la crisi di liquidità

case Cina

Il colosso cinese dell’immobiliare Evergrande si aspetta un “significativo e continuo calo delle vendite dei contratti” per questo mese. Lo ha fatto sapere oggi la stessa società in una dichiarazione sulle recenti misure per alleviare la crisi di liquidità. “A settembre, in genere, le società immobiliari in Cina registrano vendite contrattuali delle proprietà più elevate”, si legge nella nota del gruppo. Tuttavia, “le notizie negative sui media riguardanti il gruppo hanno smorzato la fiducia dei potenziali acquirenti”. Il previsto ulteriore calo delle vendite di settembre si tradurrà in un “continuo deterioramento delle vendite del gruppo, che a sua volta eserciterà un’enorme pressione sul flusso di cassa e sulla liquidità della società”, ha fatto sapere Evergrande. Le vendite contrattuali degli immobili del gruppo sono state pari a 71,63 miliardi di yuan (circa 11,1 miliardi di dollari) a giugno, 43,78 miliardi di yuan a luglio e 38,08 miliardi di yuan ad agosto di quest’anno, mostrando un andamento decrescente.



Ieri la stessa società ha fatto sapere di star affrontando “difficoltà senza precedenti”, negando tuttavia le voci circa il fallimento dell’azienda al fine di rassicurare gli investitori. Evergrande, quotata a Hong Kong, avrebbe accumulato debiti per un totale di oltre 300 miliardi di dollari. Il gruppo, che è stato declassato la scorsa settimana da due agenzie di rating del credito, ha visto le sue azioni scendere al di sotto del prezzo di quotazione del 2009. Di recente, ci sono state segnalazioni di proteste da parte di acquirenti di case in Cina che temevano per la sicurezza dei loro investimenti, spingendo Evergrande a cercare di disinnescare le tensioni. “Le recenti notizie apparse online sulla ristrutturazione di Evergrande sono completamente false”, ha affermato la società in una nota sul suo sito web.

L’azienda, prosegue il documento, “si trova infatti in questo momento di fronte a difficoltà senza precedenti, ma svolgerà con fermezza le sue principali responsabilità aziendali, dedicandosi pienamente alla ripresa del lavoro e dell’industria”. Il gruppo “proteggerà le transazioni immobiliari e farà tutto il possibile per ripristinare le normali operazioni commerciali e garantire pienamente i diritti e gli interessi legali dei clienti”, si legge nel comunicato. Intanto ieri più di 60 membri del personale di sicurezza hanno formato una barriera di fronte agli ingressi principali presso la sede di Evergrande nella città di Shenzhen, dove i manifestanti hanno scandito slogan contro i dirigenti dell’azienda, mentre circa un centinaio di investitori hanno chiesto il rimborso di prestiti e prodotti finanziari.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS