Il governatore Cuomo firma la legge: New York legalizza la marijuana

L'industria potrebbe generare 350 milioni di dollari di entrate fiscali ogni anno

marijuana

Il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha firmato la legge che legalizza la marijuana per uso ricreativo per tutti gli adulti sopra i 21 anni di età. Lo ha reso noto l’ufficio dello stesso governatore, secondo cui l‘industria della marijuana potrebbe generare 350 milioni di dollari di entrate fiscali annuali e creare tra i 30 mila e i 60 mila potenziali nuovi posti di lavoro.



Il 15mo Stato Usa a legalizzare la marijuana

New York, che diventa così il 15mo Stato Usa a legalizzare la marijuana, potrebbe presto trasformarsi in uno dei più grandi mercati al mondo di cannabis legale. Secondo il “New York Times”, la nuova legge è destinata anche a migliorare la situazione delle comunità latine e afroamericane, alle quali dovrebbe andare circa il 46 per cento dei proventi della vendita di marijuana. Inoltre, nel 2020 il 94 per cento delle persone arrestate a New York per possesso di cannabis era di colore.

Le dosi ritenute legali

I cittadini di New York potranno fin d’ora detenere 24 grammi di forme concentrate di marijuana per uso ricreativo e potranno fumare erba in tutti i luoghi pubblici nei quali è permesso fumare tabacco, tranne che nelle scuole, nei posti di lavoro o nelle auto. I residenti dello Stato potranno anche piantare piccole quantità di marijuana all’interno delle proprie abitazioni e farsi recapitare la cannabis a casa. “Si tratta di una giornata storica per New York, che aggiusta gli errori del passato mettendo fine alle dure sentenze del passato e che abbraccia un’industria in grado di far crescere l’economia del nostro Stato. A beneficiarne saranno soprattutto quelle comunità emarginate che più hanno sofferto in passato”, ha scritto Cuomo nel comunicato. Il governatore, sotto pressione in questo periodo per le morti da Covid-19 nelle case di cura e per le accuse di molestie sessuali, ha fatto sapere anche che la legalizzazione della marijuana era una delle sue “prime priorità” per quest’anno.



Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram