Il gruppo tedesco Schwarz si affida a ex agenti del Mossad per proteggersi da attacchi hacker

Schwarz – che controlla anche Lidl – ha deciso di prendere delle contromisure investendo ben 700 milioni di dollari

mossad

Schwarz, il principale grande gruppo di vendita al dettaglio d’Europa, si affida ad ex agenti del Mossad, il servizio segreto israeliano, per proteggere i suoi siti web dai sempre più frequenti attacchi hacker. Sono sempre di più le società tedesche che vendono i loro prodotti online a essere vittime di attacchi informatici, volti generalmente a estorcere denaro. Per questo motivo, come riferisce il quotidiano “Handelsblatt”, Schwarz – che controlla anche Lidl – ha deciso di prendere delle contromisure investendo ben 700 milioni di dollari per rilevare la quota di maggioranza di XM Cyber, una società di sicurezza informatica israeliana specializzata nella protezione da questo genere di attacchi. Christian Mueller, amministratore delegato di Schwarz-It, si è detto entusiasta dell’accordo. “La squadra di XM Cyber ha una profonda conoscenza tecnica e capacità innovativa” e consentirà di “completare in modo ottimale il nostro portafoglio per la sicurezza It”. XM Cyber simula gli attacchi per identificare eventuali falle nelle architetture It delle aziende e risolvere il problema. “Si tratta di una componente aggiuntiva orientata al futuro con cui possiamo proteggere i nostri clienti, i partner e noi stessi come azienda”, spiega Mueller.



XM Cyber è una società sconosciuta in Germania, anche tra gli specialisti, ma in Israele almeno uno dei suoi fondatori, Tamir Pardo, è una persona molto nota. Pardo, infatti, è stato direttore del Mossad dal 2011 al 2016 e anche due suoi soci hanno lavorato per i servizi segreti. L’azienda ha sviluppato una piattaforma per identificare i punti deboli in reti grandi e complesse. Il software simula attacchi tipici e quindi segnala versioni software obsolete, configurazioni errate ed errori umani, oltre a fornire dei suggerimenti per garantirne il miglioramento. Dal punto di vista degli esperti, questo è l’approccio giusto per le grandi aziende. “Abbiamo bisogno di più automazione nella sicurezza It per controllare gli attacchi”, ha afferma Joerg Asma, partner della società di consulenza PwC Germany. XM Cyber continuerà a offrire i suoi prodotti in modo indipendente e, con il supporto del gruppo Schwarz, probabilmente guarderà più da vicino anche ai clienti del mercato tedesco.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram